Ritenzione idrica, la dieta per rassodare glutei e cosce ed eliminare i cuscinetti sui fianchi

di Mariella Commenta

Un sintomo frequente di affaticamento metabolico è rappresentato dalla stasi linfatica e dalla formazione della ritenzione idrica, che appesantisce fianchi, cosce e glutei. Se la tiroide è pigra, infatti, nel corpo restano in circolo troppe scorie, i reni non riescono a smaltirle e si creano depositi di liquidi e tossine che, proprio in virtù del loro peso, “migrano” nella parte bassa del corpo. Anche in questo caso è necessario intervenire con una strategia mirata, asciugando l’eccesso di liquidi e stimolando il metabolismo. Segui per sette giorni il percorso alimentare che ti suggeriamo cercando di far ruotare i diversi piatti che ti proponiamo. Se gradisci questi sapori, puoi continuare così per un mese e smaltirai anche i ristagni più ostinati.

Cosa ottieni dopo 7 giorni

  • Smuovendo la ritenzione idrica e riducendo gli accumuli di tossine liquide, i tessuti tornano sodi e ti liberi dal leggero gonfiore che appesantisce il corpo, in particolare dai fianchi in giù
  • Con meno liquidi in circolo, l’attività metabolica è più efficace e il corpo riesce a trasformare in energia (e non in grasso) il cibo che assumi
  • Urini più di frequente, la pelle è più levigata, compatta ed elastica, glutei e cosce si rassodano

    Dieta ipocalorica per rassodare glutei e cosce ed eliminare i cuscinetti sui fianchi

    A colazione scegli fra:

    – Una tazza di latte vegetale (riso, soia e mandorle con 2 cucchiai di cereali e una pera cotta con un pizzico di cannella
    – 2 gallette di mais con un velo di composta di albicocche
    – Una fetta di pane nero con un cucchiaino di miele integrale

    Come spuntino scegli fra:

    – Un vasetto di yogurt naturale con un cucchiaino di miele e uno di polline
    – Un bicchiere di succo di melagrana
    – Una banana

    A pranzo scegli fra:

    – 80 g (a crudo) di pasta integrale al pesto con insalata di radicchio, cipollotto e una mela verde a fettine e una tazza di infuso di tarassaco
    – 200 grammi di gnocchetti di grano saraceno con sugo di pomodoro e un cucchiaio di formaggio grattugiato e un’insalata di cicoria e carciofi
    – Un risotto con funghi e zafferano e un pinzimonio di verdure miste.
    Accompagna il pasto con 2 fette di pane di segale

    A merenda scegli fra:

    – Una fetta di ananas
    – Un infuso di bardana con miele di tarassaco
    – Una fetta di pane integrale con un cucchiaino di confettura d’arancia

    A cena scegli fra:

    – 150 g di branzino al forno con della catalogna lessata
    – 100 g di quartirolo con un contorno di verdure miste (zucca, zucchine, porri, fagiolini) saltati in padella con salsa di soia e succo di limone
    – Una frittata cotta al forno fatta con 2 uova, una manciata di erbette e una di spinaci con un contorno di insalata mista
    Accompagna la cena con 2 fette di pane di lino e, se vuoi, puoi farla precedere da una tazza di brodo vegetale caldo o da un passato, che favoriscono la depurazione e il drenaggio