Preparare la pelle prima abbronzatura, le regole da seguire

di Mariella 1

L’abbronzatura piace a tutti, una pelle dal colorito sano e dorato è decisamente bello da vedere, ma ci sono delle regole da seguire per conquistare la giusta gradazione di abbronzatura e preparare la pelle con anticipo, eccome come proteggerla per bene al momento dell’esposizione soprattutto ai primi raggi di sole. Cominciamo con il dire che un’abbronzatura dorata, luminosa e uniforme si conquista solo se la pelle è levigata, priva di impurità, ispessimenti e cellule devitalizzate.

Fate quindi uno scrub due volte la settimana, dando la preferenza a esfolianti in granuli che agiscono dolcemente e sono arricchiti con fitoattivi rigeneranti e intensamente idratanti che restituiscono equilibrio e setosità alla pelle. Gli scrub si applicano una o due volte alla settimana sulla pelle umida per un gommage ultra delicato oppure asciutta per un maggior effetto esfoliante. Si massaggiano con movimenti circolari insistendo sulle parti più ruvide (gomiti, talloni, ginocchia) e si sciacquano accuratamente con acqua tiepida.

Per aumentare la capacità della pelle di auto proteggersi, per prolungare e intensificare l’abbronzatura, assumete un integratore a base di betacarotene, che stimola e accelera la produzione di melanina, vitamine antiossidanti, fitoestratti e acidi grassi utili a proteggere le membrane cellulari. Perché sia efficace occorre iniziare 15 giorni prima dell’esposizione, continuando per tutta la stagione.

Durante le prime esposizioni è necessario usare prodotti solari con fattori di protezione elevati in grado di difendere l’epidermide, schermare i raggi UVA e UVB e assicurare un’abbronzatura sana e naturale, senza rischi di vistosi arrossamenti, scottature, eritemi o danni alle cellule dei tessuti cutanei. A prescindere dalla texture, i solari si stendono almeno mezz’ora prima di esporsi al sole, distribuendoli bene sulla superficie cutanea, senza trascurare le zone più difficili da raggiungere come schiena e spalle.

L’applicazione va rinnovata ogni due o tre ore e sempre dopo il bagno, sulla pelle asciutta. Massima attenzione durante le giornate limpide e ventose: se vi trovate vicino a superfici riflettenti il riverbero aumenta e si moltiplicano i raggi che rggiungono la pelle.

Commenti (1)

  1. Complimenti veri per l’articolo! Non avevo ancora visitato il vostro sito ma sono veramente colpito dal vostro modo di scrivere! Complimenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>