Le cellule staminali cureranno sclerosi, ictus e traumi vertebrali

di Mariella 5

 È una realtà all’avanguardia nel campo della medicina rigenerativa e un punto di riferimento per la ricerca in questo ambito a livello internazionale. Da anni gli scienziati dell’Unità di neuro immunologia che opera all’interno dell’Istituto di neurologia sperimentale dell’Istituto scientifico universitario San Raffaele di Milano, studiano i meccanismi alterati che sono alla base di alcune delle più gravi malattie che colpiscono il cervello e il midollo.

Il lavoro svolto dal team ha dimostrato che la capacità rigenerativa delle cellule staminali può essere utilizzata per sviluppare nuove terapie per malattie del sistema nervoso centrale in cui una forte infiammazione provoca la distruzione di tessuto determinando gravi handicap. Le ricerche si sono focalizzate su tre patologie: la sclerosi multipla, l’ictus cerebrale e i traumi vertebrali.

Sclerosi Multipla
Questa malattia è provocata da una reazione sbagliata del sistema immunitario che scatena un attacco contro la mielina, una sostanza del sistema nervoso centrale, scambiandola per un agente estraneo. I sintomi più frequenti sono fatica, disturbi della sensibilità, disturbi visivi, dolore, spasticità, disturbi cognitivi, depressione. Le donne risultano colpite in numero doppio rispetto agli uomini. La maggior parte dei sintomi dovuti alla sclerosi multipla può essere trattata con farmaci ma per il futuro la speranza è riposta nelle cellule staminali.

Ictus cerebrale
I sintomi sono dovuti a un danno al sistema nervoso centrale che fa perdere alcune funzioni del cervello. La causa di questo danno è una riduzione del flusso sanguigno o dalla rottura di un vaso sanguigno. I sintomi dell’ictus cerebrale si manifestano a una sola parte del corpo e vanno dalla perdita di sensibilità a un lato del corpo e del viso fino alla perdita della vista, visione sdoppiata, difficoltà a parlare, vertigini, vomito e perdita di coscienza. L’ictus cerebrale è la prima causa di disabilità in persone adulte e una delle più frequenti cause di morte.

Trauma vertebrale
È un danno a carico della colonna vertebrale, le cui conseguenze consistono spesso in un’invalidità permanente. Le persone colpite da simili conseguenze sono in aumento in proporzione all’incremento di incidenti sulla strada e sul lavoro. Le vittime sono prevalentemente giovani.

Commenti (5)

  1. Molto bello e interessante!
    Riguarda ictus acuti ocronici?
    Emorragici o ischemici?
    Se qualcuno conosce un contatto per porre queste semplici domandedomande,può cortesemente pubblicarlo…
    grazie.

  2. parole parole parole, soltanto parole; i fatti servono e fatti non se ne vedono, dal 2006 ho avuto un ictus iscemico , e dal 2006 che vedo scritte la famosa frase “per la prima volta” , e quante prime volte ci devono essere??? io voglio fatti non parole, mi volete come cavia per sperimentarle? bene sono disponibile, contattatemi , tanto lo so che non si farà vivo un anima viva.

  3. Infortunio sul lavoro del 4/11/2003,trauma cranico con ematoma epidrudale,due op.alla testa,la prima due ematomi e la seconda un”emorragia cerebrale che mi ha causato l”emiparesi dx,ormai navigo in internert che una meraviglia,cellule staminali,mirror box terapia,mit manus,risonansa macnetico funzionale,consignalemi Voi.
    Tel 0975 393583 3346198574

  4. Mi avvicino per la prima volta e con prudenza e rispetto ad un mondo che conoscevo solo indirettamente e superficialmente.
    Il destino ha voluto che lo vedessi da vicino in tutta la sua cruda e disperata realtà. Mia sorella, 50 anni è stata colpita da una devastante emorragia cerebrale il 10 novembre scorso. un mese e mezzo di coma, poi 5 mesi a Chieti , ora a Foligno da 2 mesi. Dopo vane speranze, la realtà: emiplegica, impossibilitata a spostarsi senza elevatore dal letto alla sedia a rotelle, poca vista, grande amore per la vita e per noi.
    Vorrei avere contatti con altre persone per sapere come starle vicino e ricevere informazioni su studi recenti. Vi ringrazio di cuore.

  5. Ranch,io soon strata colpita da aneurism a da dodici anni.soon migliorata ma I movimenti no. Soero Belle staminali. Ciao soon do foligno.w

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>