Il diabete: una malattia silenziosa, attenti ai sintomi

di Mariella 2

 Una sete implacabile o una stanchezza ingiustificata, possono essere i sintomi di una malattia silenziosa: il diabete.

In Italia sono circa 3 milioni le persone affette da questa malattia, un milione e mezzo non sa di soffrirne. Ogni anno vengono diagnosticati circa 250mila nuovi casi di questa malattia cronica.

Se il diabete tipo 1 dà subito segno di sé, il diabete tipo 2, non insulino dipendente, non si manifesta chiaramente. Possono passare anni prima della diagnosi.

Si chiama poliuria l’ aumentata quantità di urina che costringe ad andare continuamente in bagno di giorno e di notte (nicturia). Quando l’ insulina è insufficiente si accumula glucosio nel sangue. La circolazione lo trasporta fino ai reni da dove è eliminata con le urine. Con la glicemia, cresce anche la quantità di glucosio da dover eliminare. Di qui l’ esigenza continua di urinare.

L’ altro sintomo del diabete è il bisogno perenne di bere, in estate può sviare i sospetti, ma può essere anche una conseguenza della poliura, perché la perdita di tanti liquidi il cervello capta il rischio disidratazione e induce lo stimolo della sete per mantenere costante la quantità di liquidi nel corpo.

Frequenti pruriti, infezioni o infiammazioni della pelle o della mucosa degli organi genitali e alle vie urinarie sono segnali del diabete. Elevate concentrazioni di glucosio nelle urine creano un ambiente ricco di zuccheri, ideale per la proliferazione di germi responsabili di infezioni ed infiammazioni.

Un dimagrimento drastico può dipendere da una carenza importante di insulina. La persona dimagrisce sia perché parte degli zuccheri ingeriti con la dieta viene perduta con le urine, sia perché l’ organismo non riesce a sfruttare il glucosio a scopo energetico. Così cerca altri tipi di carburanti, cioè i grassi e le proteine. Se però questi ultimi non raggiungono gli organi che ne hanno bisogno si dimagrisce.

In presenza di diabete, si ha spesso un appetito insaziabile. L’ organismo di chi ha la glicemia alta non riesce a utilizzare il glucosio. Questo zucchero arriva nel sangue, ma non nelle cellule e nei tessuti. Così il cervello capta il pericolo di malnutrizione, e induce lo stimolo della fame.

Occhi gonfi e abbassamento della vista devono mettere in allarme, perché quando la glicemia è alta può aumentare l’ afflusso di sangue e causare congestioni all’ organo della vista.

La disfunzione erettile è un altro segnale del diabete, perché i livelli di testosterone sono più bassi della media. Il pene è come una spugna che assorbe gli afflussi di sangue gonfiandosi. In caso di diabete invece la circolazione sanguigna è ostacolata e al pene, pur in presenza di stimolo sessuale, non giunge sangue sufficiente a determinare l’ erezione.

Commenti (2)

  1. salve, quando avevo 57 anni soffrivo di male prostatico, ho ingerito dei farmaci, e l’erezione era quasi sparita, dopo non ho più sofferto di nmale prostatico, ma non ho più avuto una erezione normale,ho la glicemia a 120, faccio molte passeggiate di quasi 10 Km al giornomi nutro di verdura e di frutta, adesso ho 82 anni, e mi sento molto giovane, ma mi piacciono le donne, ma non posso più tentare di sedurle, cosa ne pensa, sono diabetico o non lo sono ? Grazie

  2. Per chi non ne fosse a conoscenza, esistono dei rimedi naturali come gli estratti di foglie di Ulivo che permettono di tenere prepotentemente sotto controllo i valori del diabete.
    Visitate questo sito per maggiori informazioni http://www.evergreenlife.it/emanuelegentile; provatelo per soli quindici giorni e riceverete subito i miracolosi benefici!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>