Aumentare, sollevare o rimpicciolirlo, la chirurgia estetica per cambiare forma al seno

di Mariella Commenta

 La chirurgia estetica applicata al seno è tra le più richieste. Per cambiargli forma, per ridurlo, per sollevarlo. E’ vero però che la maggior parte delle donne si avvicina alla chirurgia per aumentare il volume del seno. L’ abbondanza è infatti tornata di moda, a dispetto delle donne più androgine che della propria asciutta, elegante mascolinità hanno fatto negli scorsi anni un punto di forza e di fascino. Ma in questa nuova fase di prosperità i canoni di bellezza puntano a forme molto naturali (salvo qualche eccezione), a goccia, contro l’ ormai superata moda del seno a “palloncino”, troppo gonfi per risultare credibili. Tutti gli interventi sono eseguiti in anestesia generale o locale con sedazione.

Chirurgia estetica per aumentare il volume del seno
L’ intervento dedicato al seno più richiesto in assoluto è quello dell’ aumento: mastoplastica additiva. Consiste nell’ inserimento di una protesi tra la ghiandola mammaria e il muscolo pettorale oppure sotto ghiandola e muscolo, a seconda dei casi. Il tutto attraverso un’ incisione che può essere fatta nel solco sottomammario, intorno l’ areola oppure, ma più raramente, nel cavo ascellare. Fondamentale per un buon risultato è la scelta della protesi. Della sua qualità, principalmente, ma anche della sua forma, volume e proiezione. Questi parametri si stabiliscono valutando di volta in volta in base alla propria altezza, all’ ampiezza del torace e alla misura di partenza.

Chirurgia estetica per sollevare il seno
Quando la forza di gravità ha la meglio sulla tonicità dei tessuti e si verifica un cedimento, quando il seno si è svuotato, l’ intervento più adatto se non si vuole aumentare il volume naturale, è la mastopessi. In pratica il chirurgo esegue qualche incisione, generalmente intorno all’ areola e da questa al solco sottomammario, ed elimina una porzione di tessuto, facendo in modo di ripristinare la giusta proiezione.

Chirurgia estetica per rimpicciolire il volume del seno
Decisamente controtendenza, l’ intervento che serve per ridurre il volume del seno è più eseguito di quanto si pensi. Consiste nell’ asportazione di parte della ghiandola e nel riposizionamento della porzione restante in un involucro di tessuto cutaneo che dovrà essere ridotto e ridimensionato per accogliere la nuova forma.
Ci sono molte tecniche che però si possono ricondurre a poche varianti relativamente al punto in cui si eseguono le incisioni e al mondo in cui viene ridotta e rimodellata la ghiandola mammaria.
Quasi tutte le tecniche moderne di chirurgia di riduzione consento di mantenere la funzionalità del seno ai fine dell’ allattamento.

Quanto costa un intervento di chirurgia estetica al seno
I costi per una mastoplastica additiva partono dai 6.000 per arrivare ai 10.000 euro.
Per un intervento di mastopessi i costi si aggirano intorno ai 6.000 euro.
Per ridurre il volume del seno l’ intervento costa circa 10.000 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>