Salute: la cattiva digestione, sintomi, rimedi e consigli, la prevenzione dell’ indigestione

di Mariella 3

Idealmente il processo della digestione dovrebbe avvenire rapidamente e in maniera efficiente, in modo da poter trarre dal cibo che viene ingerito il massimo valore nutrizionale.

Se la digestione è troppo lenta, il cibo non digerito può fermentare all’ interno dell’ apparato digerente provocando disturbi e insufficiente assorbimento dei nutrienti.

Le cause della cattiva digestione
Non masticare correttamente. Di solito perché si mangia troppo in fretta, la masticazione è fondamentale per la digestione, non farlo correttamente riduce anche l’ efficienza degli altri elementi del processo digestivo.


Mangiare troppo. Più si mangia, meno l’ apparato digerente riuscirà a digerirlo completamente.
Bere molto durante i pasti. Provoca una diluizione delle secrezioni acido gastrico, enzimi digestivi e bile) da cui dipende la digestione. La diluizione di queste secrezioni ne danneggia l’ efficienza e disturba il processo digestivo.
Mangiare tardi. La digestione rallenta alla fine della giornata, mangiare la sera tardi causa problemi di digestione
Secrezione insufficiente di acido gastrico/enzimi digestivi. Certe persone non producono quantità di acido gastrico e/o enzimi digestivi sufficienti.

I sintomi della cattiva digestione
Mancanza di forze. In genere il cibo mal digerito non viene assorbito nel circolo ematico. Gran parte di esso rimane infatti intrappolato nell’ intestino invece di essere trasportato nelle cellule dell’ organismo e utilizzato per produrre energia.
Carenze nutrizionali. Le vitamine e i minerali indispensabili per la vita prevengono dalla nostra alimentazione, perciò la cattiva digestione e l’ insufficiente assorbimento del cibo causano carenze nutrizionali multiple, con conseguenze a lungo termine e di vasta portata, dall’ affaticamento all’ aumento del rischio de malattie come i disturbi cardiaci e il cancro.
Disturbi legati alla digestione. Se l’ apparato digerente non è efficiente, il cibo non digerito o digerito solo parzialmente può rimanere nell’ intestino, dove comincia a fermentare. Ciò può portare a problemi legati alla produzione di gas – eruttazione e flatulenza – e causare gonfiore e dolori addominali.
Movimenti intestinali alterati. Molto spesso la cattiva digestione causa stitichezza, diarrea e talvolta entrambi i problemi.

L’ indigestione
Se non si digerisce il cibo, comunemente si avverte un disagio a livello addominale, il dolore si manifesta tipicamente al centro della parte superiore dell’ addome. Altri sintomi comuni sono nausea, gonfiore addominale ed eruttazione o flatulenza eccessive. Tra le cause frequenti dell’ indigestione si possono indicare la gastrite o la presenza di un’ ulcera allo stomaco o nella parte iniziale dell’ intestino tenue, il duodeno.

Cose da fare per prevenire l’ indigestione
Masticare bene il cibo. Ogni boccone di cibo dovrebbe essere masticato 20-30 volte.
Mangiare poco e spesso. Grandi quantità di cibo possono sovraccaricare l’ apparato digerente, perciò è meglio evitare di mangiare troppo in una sola volta.
Rendere appetitosi i pasti. L’ aspetto di un pasto saporito aumenta la secrezione dei succhi digestivi favorendo quindi una migliore digestione.

Cose da non fare
Non mangiare tardi la sera, mai più tardi delle 20.
Non bere eccessivamente durante i pasti, al massimo un bicchiere a pasto.
Non assumere farmaci da banco contro l’ indigestione, a meno che non ve lo consigli il medico, gli antiacidi riducono l’ efficienza della digestione.
Non mangiare mentre si lavora, il pasto deve essere un momento privo di stress, evitare le distrazioni come la lettura o la televisione durante i pasti.
Non mangiare in fretta, fare in modo da gustare il cibo con tranquillità, qualche minuto di relax dopo il pasto.

Commenti

  1. E’ assolutamente vero, una delle prime regole per digerire bene, mangiare senza stress e dimagrire, è non accompagnarsi per i pasti con persone non gradite, mangiare è un momento tutto nostro e va fatto circondandosi di persone che ci tranquillizzano, altrimenti meglio da soli.