Le intolleranze alimentari: come riconoscerle, le cause, i rimedi

di Mariella Commenta

L’ aumento di peso di alcune persone, spesso e volentieri, è anche dovuto alle reazioni negative agli alimenti, il nostro sistema immunitario non reagisce solo batteri e virus ma a qualsiasi cosa risulti estranea all’ organismo, ma anche al cibo non completamente digerito.

E’ comprovato che in alcuni soggetti particelle di cibo, non completamente digerito o anche solo parzialmente, passino nel circolo ematico attraverso le pareti intestinali e vengano a contatto con il sistema immunitario, provocandone la reazione, uno degli effetti è la ritenzione di liquidi con il conseguente aumento di peso. Gli alimenti che possono causare problemi variano da persona a persona, si hanno quindi intolleranze alle proteine del latte vaccino ed ai suoi derivati, o al frumento ed agrumi. Due comuni alimenti che creano intolleranza sono le uova ed i pomodori.

Alimenti che creano intolleranza
Sono tutti alimenti comuni che, però, possono scatenare reazioni in soggetti sensibili, il frumento e i cibi contenenti farina di frumento sono tra le cause più frequenti di intolleranza alimentare.

Prodotti a base di cereali: Avena, Biscotti, Cereali a base di frumento, Cous-Cous, Cracker di frumento e di segale, Mais, Orzo, Pane, Pasta, Pasticcini, Pizza, Torte.

Latte vaccino: Formaggio di latte vaccino, Latte Vaccino.

Agrumi: Arance, Limoni, Pompelmi.

Cause dell’ intolleranza alimentare
L’ intolleranza alimentare spesso inizia nella prima infanzia, genericamente si tratta di cibi introdotti nell’ alimentazione del bambino quando ancora l’ apparato digerente e il sistema immunitario sono immaturi, non riuscendo, quindi, a digerire bene l’ alimento insorge l’ intolleranza. Per i bambini allattati artificialmente, ad esempio, non è raro che si sviluppi l’ intolleranza al latte vaccino contenuto nel latte artificiale, i principali sintomi sono coliche ed irritazioni cutanee.

Le reazioni immunitarie provocate dall’ intolleranza alimentare è spesso origine di eczemi, sinusiti, emicrania, artrite reumatoide e aumento di peso, dunque, eliminare i cibi che creano problemi porta ad una buona perdita di peso. Secondo alcuni studiosi, possono portare ad intolleranze alimentari anche una masticazione scorretta, la mancanza di acido gastrico o di enzimi digestivi che portano ad una cattiva digestione, come pure lo squilibrio negli organismi presenti nell’ intestino e le tossine presenti nell’ alimentazione possono contribuire al passaggio delle particelle non digerite nel sangue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>