Pilates: come limitare i danni del morbo di Parkinson con il movimento

di Mariella 1

Pilates: come limitare i danni del morbo di Parkinson con il movimentoContro il morbo di Parkinson bisogna muoversi, e in fretta. La conferma viene da una ricerca coordinata dagli esperti americani della Parkinson’ s desease, esercitare quotidianamente la muscolatura con il metodo Pilates, fin dagli esordi di questa invalidante malattia, limita i danni causati dal suo naturale decorso, in particolare la perdita di equilibrio e destrezza, la rigidità muscolare e l’ assenza di coordinazione.

Il morbo di Parkinson, è una patologia degenerativa del sistema nervoso centrale, gradatamente si arriva alla distruzione delle cellule nervose (neuroni), situate nella zona del cervello chiamata “sostanza nigra”, deputate alla secrezione di un particolare neurotrasmettitore: la dopammina.

I primi sintomi del morbo di Parkinson, nel 70/80% dei casi, compaiono intorno ai 60 anni, molto raramente intorno ai 40 anni, la malattia assale in equal misura sia gli uomini che le donne, i sintomi principali riguardano le funzioni motorie della persona, tremore, rigidità muscolare di tronco e arti, lentezza di movimento (bradicinesia), disturbi che quasi sempre sono accompagnati da debolezza, problemi di equilibrio ed alterazioni della postura.

Gli esperti americani sostengono che per rallentare l’ avanzare dei sintomi del morbo di Parkinson è necessario svolgere attività fisica, considerata una vera e propria terapia che va ad affiancare la terapia farmacologia, la dieta ipoproteica e la terapia chiurgica.

Lo studio avrebbe stabilito che gli esercizi del Pilates migliorino non solo l’ armonia dei movimenti e la postura ma agiscano positivamente anche sulla capacità di coordinazione, equilibrio e postura delle persone affette dal morbo di Parkinson. Gli effetti benefici degli esercizi di Pilates sono dovuti al coinvolgimento dei muscoli posturali e richiedono il movimento di più parti del corpo contemporaneamente. Sono sufficienti 20 minuti al giorno per trarne benefici.

I malati di morbo di Parkinson sono sovente soggetti a debolezza e depressione, anche in questo caso gli studiosi affermano che il Pilates sia uno strumento in più utile a combattere la malattia, rendendoli consapevoli della propria dimensione corporea aiutandoli, quindi, a raggiungere uno stato di benessere psicofisico.

Commenti

  1. Più di qualche amica si è lamentata con me dicendomi che spesso i corsi di pilates costano troppo io seguo il mio nei centri Virgin Active e so che spesso fanno anche diverse offerte per i nuovi clienti, un consiglio per chi fosse interessato è di seguire il loro sito http://www.virginactive.it per essere sempre informati sulle nuove offerte oppure segnarsi alla newsletter.
    Ciao a tutti e buono sport!
    Lally