Rimedi naturali per i disturbi del sonno: un cuscino di farro per mal di testa, cervicale, colonna vertebrale

di Mariella 1

 Un cuscino di cereali… Solo pensarlo, evoca ricordi sbiaditi di campagna, covoni e fienili. In realtà, si tratta di un ritrovato tutto naturale che consente all’ organismo di riposarsi al meglio. Il farro, ad esempio, è un antico cereale che non è solo un ottimo nutriente, ma anche un ottimo materiale naturale per imbottire cuscini e materassi. Per l’ imbottitura si usa esclusivamente la pula del farro, ossia l’ involucro che rimane dalla sbramatura, o decorticazione del chicco. La pula, che deve essere in possesso di certificazione biologica, ha infatti delle proprietà benefiche in grado di conferire al cuscino elasticità, freschezza ed igiene. Ma, soprattutto, è un sistema per curare e prevenire tantissimi disturbi tipici del sonno, dalla cattiva postura alle emicranie, dal mal di denti ai dolori mestruali… in più, può anche essere integrato con fiori per l’ aromaterapia.
Ma vediamo insieme le caratteristiche di questo ritrovato naturale…

LA LAVORAZIONE DEL FARRO PER I CUSCINI
Dopo la lavorazione, la pula di farro rimane integra e vuota al suo interno, formando una miriade di piccolissimi cuscini d’aria con elevate caratteristiche di elasticità che assecondano ogni movimento. Consentono così alla muscolatura di distendersi e al sangue di irrorare meglio i tessuti, le articolazioni e gli organi interni. I cuscini sono confezionati con un cotone grezzo al 98% e per il rimanente 2% di elastomero. Quest’ ultimo ha la funzione di dare al tessuto la giusta elasticità alle sollecitazioni che creano degli spostamenti dell’ imbottitura la quale, se trovasse resistenza laterale nel tessuto, non potrebbe svolgere la propria funzione di assumere la nuova forma a cui la sottoponiamo.

IL CUSCINO DI PULA DI FARRO: FRESCHEZZA E IGIENE
Per l’ elevata porosità dell’ imbottitura, il cuscino in pula di farro non causa sudorazione, lasciando inalterata la temperatura corporea. La pula di farro impedisce inoltre la formazione di acari, sia per la sua composizione naturale che per il trattamento criogenico di sterilizzazione a cui viene sottoposta, consentendo l’ utilizzo dei cuscini anche a chi soffre di problemi allergici.

BENESSERE DAL FARRO PER LA CURA DEI DISTURBI DEL SONNO
L’ acido di silicio contenuto nella pula di farro agisce come antidolorifico naturale.
I suoi campi di impiego vanno infatti dalla terapia del dolore della cervicale alle contrazioni muscolari, da emicranie e mal di testa ai disturbi della colonna vertebrale e mal di schiena. Ma non è tutto: è validamente utilizzato anche per i roblemi di irrorazione sanguigna, per i disturbi del sonno, i reumatismi, le piaghe da decubito, il mal di denti, i dolori mestruali, i disturbi della gravidanza, le infiammazioni e le vene d’acqua.

AROMATERAPIA E FIORI PER DORMIRE MEGLIO
L’ imbottitura dei cuscini può essere arricchita di fiori di lavanda o fiori di camomilla che, con il loro aroma, favoriscono il rilassamento e rilasciano un delicato profumo naturale.

IL SOTTOMATERASSOCON PULA DI FARRO
E per chi vuole una sensazione di completo sonno nella natura, c’è anche il sottomaterasso. Indicato soprattutto nel caso di utilizzo di materassi particolarmente rigidi o a sostegno corporeo non differenziato che necessitano di materassino di compensazione, garantisce la traspirazione d’ estate e il mantenimento del calore d’ inverno.
Ha uno spessore di circa 6 cm e la fodera, compresa nella confezione, è predisposta con lacci laterali per trasformare in matrimoniale due singoli.

DOVE TROVARLO
Collegandosi al sito internet www.farro-relax.it/rivenditori.html si potrà accedere al proprio distributore di zona.

Commenti (1)

  1. salve sono 1 blogger vorrei collaborare con voi gratis x testare i vostri meravigliosi articoli e metterli nel mio blog ,grazie http://peppinellaflorio.blogspot.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>