Udito a rischio con troppi analgesici?

di Ma.Ma. Commenta

Udito a rischio con troppi analgesici? E’ una ricerca condotta dal Brigham and Women’s Hospital di Boston (e pubblicato sulla rivista American Journal of Epidemiology) a trovare una correlazione tra un abuso di farmaci antidolorofici e problemi all’orecchio. Esagerare con alcuni tipi di farmaci, insomma, potrebbe rivelarsi pericoloso.

PREVENZIONE TUMORE PANCREAS: PIÙ PROTETTO CON UN’ASPIRINA AL MESE?

La ricerca americana riguarda soprattutto le donne: sarebbero loro, molto più rispetto agli uomini, a rischio in caso di abuso di analgesici e aspirina. Nel mirino degli scienziati che hanno preso parte allo studio ci sono il paracetamolo (principio attivo della tachipirina) e l’ibuprofene (antidolorifico non steroideo molto usato). Più di 54mila i casi passati sotto la lente di ingrandimento e tutti hanno portato in una sola direzione: la ricerca è arrivata a stimate che il 5,5% dei casi di perdita uditiva nel campione esaminato è da rincodurre all’uso di alcuni farmaci solitamente indicati per il trattamento del dolore di vario genere.

 ASPIRINA CONTRO TUMORE ALLA PROSTATA?

I medicinali che vengono solitamente assunti per la cura del mal di testa, del mal di denti o del mal di pancia, da una parte agirebbero contro il dolore in tempi anche piuttosto brevi, ma dall’altro metterebbero a repentaglio la salute delle orecchie. Non è questo il primo studio che sottolinea il collegamento tra abuso di alcuni farmaci e problematiche legate all’udito. Già sei anni fa, era il 2010, uno studio sempre americano aveva puntato il dito contro l’aspirina. Nel dubbio insomma meglio non esagerare, per non incappare in spiacevoli sorprese…

Foto | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>