Tosse secca, come curarla con l’omeopatia

di Ma.Ma. Commenta

La tosse secca si può curare con l’omeopatia? La risposta è affermativa ed è il dottor Mauro Mancino, pediatra esperto in omeopatia di Pesaro, a dare consigli sui migliori rimedi da sfruttare per ottenere benefici.

 OMEOPATIA, I MIGLIORI RIMEDI PER DEPURARE L’ORGANISMO

Spesso la manifestazione iniziale è quella di una tosse secca, tipica delle situazioni irritative della trachea e dei bronchi. Caratterizzata dall’assenza di catarro, può essere accompagnata da fastidio in gola e mal di testa. Per la tosse secca di origine laringo-tracheale con bruciore allo sterno, suggerisco il medicinale omeopatico Bryonia 9 CH, mentre in caso di tosse secca con tonalità quasi acuta, il medicinale più adatto è Spongia tosta 9 CH. In presenza di tosse stizzosa, con senso di pizzicore in gola e febbre, andrà assunto Ferrum phosphoricum 9 CH. Per la tosse notturna, secca, con timbro profondo, che provoca risvegli, è indicato Drosera 30 CH. Per tutti questi medicinali la posologia è di 5 granuli ogni 3 ore, con diradamento al miglioramento dei sintomi. I granuli vanno sciolti in bocca, preferibilmente sotto la lingua

TONSILLITE CURATA CON L’OMEOPATIA 

L’omeopatia si porta dietro enormi benefici in quanto si basa solo ed esclusivamente su rimedi naturali. Per questo risulta particolarmente indicata per bambini e persone anzianie Ovviamente, rispetto alla medicina tradizionale, ha bisogno di più tempo per rivelarsi efficace. Tuttavia la tosse secca può essere trattata con buoni risultati usando i rimedi naturali giusti con una certa costanza nel tempo.

Foto | Thinkstock

Fonte | Consigli a cura del dottor Mauro Mancino, pediatra esperto in omeopatia di Pesaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>