Anoressia, colpa del cellulare?

di Ma.Ma. Commenta

Anoressia causata dal cellulare? La sorprendente tesi ha trovato posto anche all’ultimo Expo di Milano: secondo gli esperti c’è un collegamento tra l’uso smodato degli smartphone specie tra gli adolescenti e un sensibile aumento di coloro che sono colpiti da anoressia.

cellulare e anoressia

Forse una affermazione azzardata ma che si basa su osservazioni specifiche. I medici che hanno partecipato al workshop indetto in quel di Milano dal Ministero della Salute, hanno sottolineato la correlazione tra due variabili che sembrerebbero essere, almeno in apparenza, del tutto slegate. Ma non è così, a quanto pare, ed ecco la spiegazione:

Portando lo smartphone a tavola incorriamo in tre tipi di rischi: uno nutritivo, ovvero mangiamo in modo inconsapevole, favorendo l’obesità o altri problemi come una cattiva digestione o gonfiore; uno sociale, per cui ci isoliamo laddove invece il pasto dovrebbe essere un momento di dialogo, di relazione e condivisione; uno comportamentale perche’ aumentiamo le possibilita’ di una dipendenza da internet

NUOVO STUDIO SULL’ANORESSIA ATIPICA

Insomma l’uso improprio del cellulare a tavola porterebbe a una sempre maggiore distrazione. Si perderebbe così il gusto di mangiare e assaporare gli alimenti, si tenderebbe a mangiare in fretta e furia e, nei casi più estremi, a rimetterci sarebbe proprio il nostro corpo. Ovviamente di per sé un uso smodato dello smartphone non è sufficiente a causare anoressia ma secondo gli esperti non è assolutamente un aspetto da sottovalutare. Ecco perché il consiglio per tutti è quello di concentrarsi sul cibo quando si è a tavola, primo passo importante per abbassare il rischio di incappare in disordini alimentari.

Foto | Thinkstock