Meno rischio tumori e una vita più lunga con un caffé al giorno

di Pina Commenta

Un caffé al giorno, leva un sacco di cose di torno, altro che mela e dottori. Secondo alcune recenti ricerche, bere una tazzina di questa bevanda ogni giorno contribuisce ad allontanare il rischio di tumori e allungare contestualmente la speranza di vita. 

I dati dei ricercatori parlano chiaro: un moderato consumo di caffé può ridurre sensibilmente il rischio di ammalarsi di cancro. Il riferimento è soprattutto alle neoplasie legate all’apparato digerente. Lo studio riportato in Italia dall’Adnkronos, è stato messo a punto da alcuni ricercatori della University of Southern California. Ecco il riassunto dell’agenzia stampa:

“Gli effetti benefici del caffè variano a seconda del chicco, della tostatura e del metodo di preparazione – afferma Stephanie Schmit, autore principale dello studio pubblicato dalla American Association for Cancer Research – la buona notizia è che la diminuzione percentuale del cancro del colon-retto non è influenzata da un aroma o da un tipo particolare di caffè”. La caffeina presente nel caffè, inoltre, non sarebbe la sola a ‘proteggere’ l’intestino, visto che gli stessi effetti benefici sono stati riscontrati anche in bevande decaffeinate.

Secondo i ricercatori, i responsabili delle proprietà benefiche della bevanda più amata dagli italiani sarebbero infatti antiossidanti e altre componenti chimiche. Anche se sembra ancora prematuro consigliare di bere più espresso per prevenire neoplasie intestinali, il coautore dello studio Stephen Gruber ha detto che “incoraggerà gli amanti del caffè a gioire del fatto che con la loro tazza di caffè quotidiana possono diminuire il rischio di sviluppare il cancro al colon-retto”. “Prima di raccomandare il caffè come misura preventiva al cancro, però – conclude il ricercatore – abbiamo bisogno di svolgere ulteriori ricerche”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>