Facebook influisce sul cervello come la cocaina

di Pina Commenta

Che la cocaina abbia un effetto malefico sul cervello si sapeva ma che anche la dipendenza da Facebook possa portare agli stessi effetti è quanto meno curioso. Ne dobbiamo parlare per il benessere delle persone. Ecco i risultati di una ricerca. 

Facebook può avere sul cervello effetti simili a quelli provocati dalla dipendenza da cocaina. E’ quanto emerge da uno studio pubblicato su ‘Psychological Reports: Disability and Trauma’ e riportato da ‘The Independent’, sui sintomi ‘da dipendenza’ connessi a Facebook, come ansia e isolamento.

Non si fa in tempo ad uscire da una dipendenza che ce n’è subito una seconda pronta, forse anche più pericolosa delle altre visto che questo vizio è anche a buon mercato. Dalle parole dei ricercatori si capisce bene che non bisogna più sottovalutare il problema e bisogna inoltre interrogarsi sull’uso che i singoli fanno di questo social:

“Le dipendenze connesse alla tecnologia – si legge nello studio – hanno delle caratteristiche simili a quelle relative alle droghe e al gioco d’azzardo”. Ebbene, l’analisi dell’attività cerebrale effettuata dai ricercatori ha rivelato che le immagini relative a Facebook attivavano in alcuni studenti l’amigdala e lo striato, due regioni del cervello coinvolte nei disturbi compulsivi, provocando un comportamento simile a quello delle persone dipendenti da cocaina.

Inoltre, per misurare la dipendenza da Facebook, anche i ricercatori della Norway’s Bergen University hanno sviluppato una sorta di scala, chiamata ‘Bergen Facebook Addiction Scale’ che tramite alcune domande come ‘Usi Facebook per dimenticarti dei problemi?’ o ‘Se ti viene impedito di usare Facebook ti senti irrequieto e agitato?’ permette di valutare il livello di dipendenza dal social. Secondo Cecile Andraessen, l’ideatrice del test, chi risponde in modo affermativo a quattro delle sei domande poste, molto probabilmente soffre di dipendenza da Facebook.