Diete anticellulite, cosa mangiare e cosa evitare

di Pina Commenta

La cellulite è uno stato infiammatorio del corpo che si presenta in stadi più o meno gravi, dall’accumulo adiposo fino alla classica ‘buccia d’arancia’. È introdotta in questo modo la dieta anticellulite di Glamour che propone una serie di pietanze da privilegiare e gli elementi da evitare per non incrementare l’infiammazione. 

Sì ai cibi ricchi d’acqua e No alle bevande alcoliche e gassate. Queste le prime cose da tenere a mente secondo Glamour che spiega:

Il corpo va idratato da dentro per sgonfiarsi progressivamente: via libera aicentrifugati di verdure miste che drenano e aiutano a sciogliere i cuscinetti. Quali gli ingredienti top? Finocchi, lattuga, carote, barbabietole da mixare con ananas, curcuma, zenzero o limone. Mentre bevande alcoliche e gassate contengono troppe calorie e zuccheri: se volete contrastare la cellulite dovete tassativamente abolire i superalcolici e le bibite gassate/zuccherate. Concesso un bicchiere di vino rosso all’aperitivo.

Sì agli alimenti che favoriscono il microcircolo e no al sale. Siamo di fronte ad un altro binomio che pur sembrando scontato, in realtà, non lo è. Infatti si spiega:

Uno dei problemi connessi alla comparsa di cellulite è il rallentamento della circolazione, a causa di vasi sanguigni non ben irrorati. Come rimediare? Abbondando di mirtilli, lamponi, frutti di bosco e integratori contenenti bioflavonoidi come vite rossa o ippocastano. Il sale invece aumenta la ritenzione idrica, peggiorando inesorabilmente la situazione. Attente, quindi, a moderarne il consumo al minimo indispensabile. Per insaporire i piatti, potete sbizzarrirvi con le spezie o preparare dei composti naturali come il gomasio, un composto di sale marino e semi di sesamo tostati e tritati, talvolta arricchito con le alghe, che stimolano il metabolismo basale.

Forse un po’ banale ma vale la pena ripeterlo: No a insaccati, dolci, fritti e condimenti grassi e Sì alle fibre. Il perché si può intuire ma è sempre meglio riportare la spiegazione:

Gli insaccati sono ricchi di sale, così come molti cibi conservati. I dolci sono da limitare in quanto ricchi di zuccheri, mentre fritti e condimenti grassi come salsine e burro vanno a nozze con una bomba di inutili calorie ingerite e… ciccia accumulata!

Le fibre puliscono l’intestino e hanno una funzione leggermente lassativa, utile per favorire il drenaggio e l’eliminazione delle scorie. Oltre a verdura fresca, puntate su legumi, zuppe e cereali integrali. Una ricettina completa? Farro e verdurine al vapore, da consumare tiepidi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>