Come preparare il latte di mandorla in casa

di Pina Commenta

Oggi torniamo a parlarvi di latte, e soprattutto di un latte che è possibile fare in casa, e che possa essere un valido sostituto al latte vaccino. Vi parliamo di latte di mandorla, una bevanda ricca di calcio, fibre, vitamina E, magnesio, selenio, manganese, zinco, potassio, ferro, fosforo e che non contiene colesterolo né lattosio, né glutine.

Si tratta di un latte che ha un buon gusto, naturalmente con un sentore di mandorle, ma si adatta a ogni tipo di utilizzo, di ricetta. Dopo avervi parlato di come realizzare in casa il latte di soia e il latte di farro, ecco la ricetta del latte di mandorla.

Per preparare il latte di mandorla in casa, naturale e senza conservanti o altro, vi basterà versare 150 gr. di mandorle pelate in un contenitore dove verserete dell’acqua per ammollarle. Il tempo necessario è di circa un’oretta, passato questo tempo le scolate mettendo da parte l’acqua d’ammollo, e poi a questa aggiungete altra acqua per raggiungere circa 1 litro o poco più. Versateci le mandole e con un frullatore ad immersione tritatele finemente, oppure versate il tutto direttamente in un frullatore.

Terminata questa operazione filtrate il latte di mandorla ottenuto con un colino. Se preferite potete farlo anche con un telo pulito e dopo di ciò trasferite il liquido in una bottiglia di vetro. Potete dolcificare il latte a piacere, un segreto per averlo naturalmente più dolce e corposo consiste nel mettere, al momento di frullare le mandorle, della frutta essiccata come un’albicocca o un paio di datteri, oppure qualche fettina di banana.

Questo latte è un ottimo sostituto vegetale al latte vaccino, che quindi può essere utilizzato in diversi modi, anche nelle preparazioni dolci o salate.

Photo Credits |Africa Studio/ Shutterstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>