Le coccole di mamma rendono i bimbi più intelligenti

di Pina Commenta

Una carezza in più rende tuo figlio più intelligente? Molto probabile. Basta avere delle attenzioni maggiori nei confronti della propria prole per vederla crescere con maggiore ‘saggezza’.
Abbandonare i propri figli a sé stessi, nella convinzione che, a differenza dei coetanei eccessivamente coccolati, accuditi e confortati, imparino a cavarsela e a divenire autonomi nel minor tempo possibile, potrebbe non essere affatto una buona idea.

Joan Luby, docente di psichiatria presso la Washington University School of Medicine di St. Louis, nonché autore di un’interessantissima ricerca sull’argomento, avrebbe infatti dimostrato come le eccessivi attenzioni delle madri nei confronti dei bambini, piuttosto che inibirne lo sviluppo psicologico, sociale, intellettivo, fisiologico, possano favorire la crescita dell’ippocampo, regione del cervello preposta al controllo della memoria, dell’apprendimento e dello stress, di fatto rendendo il soggetto in questione maggiormente sicuro, tranquillo ed intelligente.

Il test sperimentale che lo avrebbe dimostrato, davvero molto complesso e duraturo nel tempo, sarebbe stato articolato in due differenti sezioni.

La prima di esse, avvenuta circa 3 anni fa, sarebbe servita per discriminare i 92 bambini coinvolti nell’esperimento suddividendoli tra bambini accuditi e bambini non accuditi.

La seconda di esse, avvenuta negli scorsi giorni, sarebbe semplicemente servita per osservare, grazie alla più moderne tecniche di neuroimaging, lo sviluppo fisiologico del cervello dei bambini coinvolti.

Ebbene, stando a quanto riportato dalla rivista scientifica di settore Proceedings of the National Academy of Sciences, i bambini cosiddetti accuditi avrebbero dimostrato di possedere, al termine della seconda sezione del test sperimentale in questione, un ippocampo di gran lunga più grande e articolato nei confronti di quello dei bambini cosiddetti non accuditi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>