Il tè di Giava sgonfia le gambe grosse e riduce la cellulite

di Mariella 1

Un valido aiuto per gli inestitismi della parte bassa del corpo è il tè di Giava che sgonfia le gambe grosse e riduce la cellulite. La dieta invernale è ricca di grassi e zuccheri e, soprattutto, di sale. Con il freddo si tende ad abusare di cibi molto ricchi di cloruro di sodio, il comune sale bianco da cucina.

I cibi nei quali ci si rifugia più frequentemente sono salumi, sughi pronti, dadi da brodo, formaggi e salse, ma anche paste ripiene e pane. In tutte le stagioni si ricorre spesso ai cibi surgelati o in scatola, oltre alle arachidi, patatine e snack, a volte per comodità, altre per golosità. Ma tutto questo favorisce la ritenzione idrica e danneggia il circolo, il cui effetto primario è la formazione della cellulite.

Un valido alleato è il tè di Giava che sgonfia le gambe grosse e riduce la cellulite, oltre a tenere controllato il colesterolo. Si chiama anche Ortosiphon e contiene foglie di questa pianta originaria del Sud Est asiatico.

Il modo migliore per assumere il tè di Giava è sottoforma di infuso preparato con una tazza di acqua calda nella quale metterai un cucchiaino di Ortosiphon, da acquistare in erboristeria. Lascialo in infusione 10 minuti, filtra e bevi l’infuso caldo 2-3 volte al giorno lontano dai pasti. Puoi dolcificarlo con un cucchiaino di sciroppo di acero.

Quando esageri con un pranzo o una cena a base di cibi salati, il giorno successivo all’abbuffata, bevi 3 tazze di tè di Giava e la mattina assumi anche 2 compresse del suo estratto secco con abbondante acqua.

Per rendere più efficace la cura con il tè di Giava, ricordati di evitare i cibi troppo salati o conservati e non aggiungere sale bianco alle pietanze, per condire usa erbe aromatiche e semi di sesamo. Cerca di bere almeno 8 bicchieri al giorno di acqua, se poi scegli una minerale ricca di magnesio, aumenti ulteriormente l’efficacia snellente.

Il tè di Giava è in realtà una miscela di varie piante della varietà Ortosiphon, si raccolgono foglie e steli prima della fioritura e si fanno essiccare.

Photo credit: gadl su Flickr

Commenti (1)

  1. Un saluto ai lettori del blog
    Un saluto a Mariella
    Oggi una donna quando si accorge di avere la cellulite riferisce di sentire le gambe gonfie, stanche e pesanti.
    Questo è sicuramente dovuto a dei problemi di circolazione venosa periferica e di insufficienza linfatica che portano a stasi e a ritenzione di liquidi (ritenzione idrica).
    Pertanto quando si manifestano i sintomi suddetti non bisogna sottovalutarli, si deve necessariamente andare dal medico angiologo, sottoporsi ad una accurata visita medica ed effettuare un esame doppler per sapere come funziona il circolo venoso e linfatico.
    Solo intervenendo con la prevenzione siamo sicuri di non andare incontro a problemi di circolazione che in un tempo più o meno breve porterebbero alla formazione di capillari e di varici.
    Uno degli approcci preventivi in questi casi è seguire una sana alimentazione, fare ginnastica e utilizzare i rimedi naturali di fitoterapia.
    Proprio il Il tè di Giava, che è stato citato nell’articolo di Mariella, è considerato uno dei rimedi naturali più importanti per ridurre, ed in certi casi eliminare la ritenzione idrica.
    E’ anche utilie associare una tisana preparata con le foglie della betulla…
    Se qualcuno/a volesse approfondire l’argomento sulla ritenzione idrica, può leggere gli articoli del mio blog:
    http://www.ilpesoideale.com/peso-ideale/peso-ideale-ritenzione-idrica-parte-1/
    Un caro e cordiale saluto
    Rosalba

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>