La dieta vegetariana riduce il rischio di infarto

di Mariella 1

Uno studio inglese ha accertato che la dieta vegetariana riduce il rischio di infarto e delle malattie del cuore in generale. Sempre più spesso si sta ricorrendo a questa alimentazione che è, ormai, diventato uno stile di vita che iniziano a seguire in molti, per convinzione o per proteggere la propria salute.

Secondo gli esperti, la dieta vegetariana abbassa molto il rischio di attacci cardiaci e delle patologie legate al cuore, abbassando quindi il rischio di morte prematura. A puntare ancora una volta i riflettori sull’alimentazione a base di frutta e verdura, considerata sana ed equilibrata, è stata una nuova ricerca condotta dalla Oxford University. I dati raccolti sono stati pubblicati sul Journal of Clinical Nutrition.

È evidente che la dieta vegetariana, dicono gli esperti, può avere molti più benefici sull’organismo rispetto ad un regime alimentare onnivoro che prevede il consumo di carne e pesce.

La principale autrice dello studio è Francesca Crowe che ha spiegato come il rischio di infarto e di patologie cardiache sia inferiore del trentadue per cento fra coloro che regolarmente ricorrono alla dieta vegetariana rispetto a coloro che mangiano regolarmente carne e pesce:

La maggior parte dei benefici della dieta vegetariana sulla salute è causata dagli effetti sul colesterolo e sulla pressione sanguigna. Ciò dimostra che la dieta vegetariana contribuisce in maniera determinante alla riduzione di fattori di rischio importanti per la salute del cuore e possiede un ruolo fondamentale nella prevenzione delle malattie cardiache.

Per giungere a questi risultati i ricercatori hanno coinvolto 44.500 volontari che hanno partecipato allo European Prospective Investigation into Cancer and Nutrition. È la più grande indagine mai condotta nel Regno Unito, è durata 11 anni ed è emerso che la dieta vegetariana fa vivere più a lungo.

Come in tutte le diete, nel seguire la dieta vegetariana ci sono pro e contro e, soprattutto, ci sono degli errori da evitare. Un cuore più sano, è vero, ma bisogna anche tenere conto dell’importanza delle proteine che non devono mai mancare in un regime alimentare sano ed equilibrato. Molto importante, prima di iniziare una dieta vegetariana è considerare che non è una moda, ma una scelta di vita per la quale è meglio aggiornare il proprio medico curante.

Photo credit: paisley’s such a nice girl su Flickr

Commenti (1)

  1. Concordo pienamente su questo articolo anzi, il Ministero della Sanità dovrebbe inserire una dieta più vegetariana nei protocolli alimantari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>