Le malattie del cuore si leggono in viso

di Mariella Commenta

Sono molti i segnali di allarme che lancia il nostro corpo, ad esempio, le malattie del cuore si leggono in viso. Un volto che mostra molto più della sua età, non è più solo una questione di estetica, pptrebbe essere sintomo di sofferenza e segnalare un rischio di malattie cardiache o attacco di cuore. Lo rivela uno studio americano.

Il nostro corpo, dunque, potrebbe funzionare come un campanello d’allarme per la nostra salute, dovremmo imparare a scrutarci bene, non solo per controllare che tutto sia esteticamente come vogliamo, ma anche e soprattutto, per osservare quei piccoli segnali che il corpo ci lancia. Le unghie dei piedi, ad esempio, possono indicare molte cose, secondo studi recenti, anche mangiarsi le unghie ossessivamente ha un significato.

Lo stesso vale per la lingua, un taglietto, una macchiolina bianca sono da tenere sotto osservazione. Ed arriviamo al viso, sempre sotto i nostri occhi, lo scrutiamo spesso ma forse solo per scoprire se c’è una rughetta in più. Ci preoccupiamo di apparire giovani, non ci piace il colorito spento o grigiastro, si pensa subito a ritocchini, lifting o a coprire tutto con il make up, non sapendo che le malattie del cuore si leggono in viso.

Questo hanno spiegato gli specialisti e i cardiologi riuniti a Los Angeles per il congresso annuale dell’American Heart Association (AHA). La studio è stato coordinato dalla dottoressa Anne Tybjaerg-Hansen, professore di biochimica clinica presso l’Università di Copenaghen (Danimarca).

Le ricerche sono iniziate verso la fine degli anni Settanta, gli esperti si sono avvalsi dei risultati del ‘Copenhagen City Heart Study’. Lo studio ha coinvolto circa 11mila persone con un’età media di 40 anni e più. I volontari sono stati catalogati in base ai segni sul volto (le rughe in vari punti del viso), colore dei capelli, stempiature e calvizie. Ma anche i depositi di grasso sulle palpebre e le pieghe dei lobi delle orecchie.

Dopo aver valutato e comparato i risultati, i ricercatori hanno stabilito che, in linea di massima, la presenza maggiore di rughe e capelli grigi è collegata ad un maggior rischio di malattia. In particolare, la stempiatura, la calvizie, i lobi delle orecchie piegati e i depositi di grasso vicino alle palpebre potrebbero essere associati alle malattie del cuore.

Gli specialisti sottolineano che i segni dell’invecchiamento non si devono considerare come una delle cause di malattie cardiache, semmai è un riflesso. Inoltre, le rughe più o meno marcate non devono assolutamente far pensare che si è malati di cuore. L’invecchiamento è parte della vita, qualche segno lo lascia inevitabilmente. Un segnale di allarme può nascere quando si dimostrano molti più anni dell’età effettiva.

La conclusione è che uno stile di vita corretto è la base per mantenerci in salute, ci mantiene più giovani e non solo esteticamente.

Photo credit: tommerton2010 su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>