Estate 2012: il caldo riduce la produttività al lavoro

di Braganti Commenta

 

Questa estate 2012 verrà di certo ricordata per le temperature roventi che stanno causando non pochi problemi anche sul posto di lavoro; proprio così, con il gran caldo si è meno concentrati e più nervosi e questo rende più stanchi ed ansiosi tanto che secondo Paola Vinciguerra, psicoterapeuta e presidente dell’Associazione Europea Disturbi da Attacchi di Panico (Eurodap) ben 2 persone su 3 rendono da un punto di vista lavorativo il 50% in meno.

L’esperta dice che

Il caldo crea una forte sensazione di spossatezza . La notte si dorme poco e male e i sintomi di tachicardia e malessere generale creano spesso risposte ansiogene. Non è casuale che in questo periodo dell’anno assistiamo al maggior sviluppo degli attacchi di panico. Si arriva in ufficio molto irritati, incapaci di concentrarsi e affaticati ancor prima di cominciare la nostra giornata lavorativa. I rapporti con i colleghi possono diventare conflittuali per un ogni piccolo equivoco o incomprensione

Per cercare di evitare questi spiacevoli inconvenienti si dovrebbero rispettare delle importanti regole che vanno da un’alimentazione che deve essere il più leggera possibile fino all’evitare sia alcol che fumo. Insomma pare proprio che sia possibile combattere il caldo.

Photo Credits| lucamascaro su Flickr

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>