Diabetici: molti seguono una dieta scorretta

di Braganti Commenta

Purtroppo sono molti i diabetici che compiono degli errori quando si parla di corretto regime alimentare; pensate infatti che il 70% non segue la giusta dieta. Non solo; vengono infatti fatti diversi errori anche con le terapie. Il 50% di malati di diabete I e II che segue una cura con insulina sbaglia la somministrazione, il 25% sbaglia le dosi anche con altri farmaci e il 20% li conserva male; numeri, rilevati dallo studio Tosca della Società italiana di diabetologia (Sid) e presentati al 24° Congresso Nazionale Sid a Torino, che dovrebbero farci riflettere sul perchè di questi errori che possono essere anche estremamente pericolosi per i diabetici.

Gabriele Riccardi, presidente uscente Sid dice

Abbiamo osservato nei diabetici le stesse differenze nell’alimentazione che si riscontrano nei soggetti sani. I pazienti non seguono una dieta adatta alla loro condizione, ma sono influenzati dalle tradizioni culinarie del luogo dove vivono

Così mentre al Sud si abusa di pizza, pasta e pane in città come Milano o Venezia si eccede con grassi saturi; Riccardi prosegue spiegando che

Non seguire correttamente la dieta fa sì che alcuni siano costretti a prendere più farmaci anche se potrebbero farne a meno e sono esposti a possibili effetti collaterali

Probabilmente molti non riescono o non vogliono accettare del tutto la malattia del diabete e, pare anche come spiega Olga Vaccaro, professore di Nutrizione all’università Federico II di Napoli che alcuni pazienti non siano convinti che la dieta sia una vera e propria terapia. Ancora una volta quindi quello che manca è una maggiore informazione ma anche una comunicazione tra medico-paziente il più possibile trasparente.

Photo Credits| bodytel su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>