Pasqua 2012, cosa mangiare per non ingrassare

di Mariella Commenta

Abbiamo già parlato delle tentazioni che una tavola imbandita per festeggiare la Pasqua, ormai alle porte, può nascondere, un vero e proprio attentato alla nostra linea alla quale prestiamo molta attenzione ma che, davanti alle prelibatezze, può vanificare tutti i nostri sacrifici. Per non buttare all’aria tutto questo, vediamo come e cosa mangiare per non ingrassare.

La sera precedente Pasqua, prima di cenare, assicurati che tu abbia davvero fame e non sia solo abitudine a mangiare, se non c’è appetito, fermati e non continuare, saranno contenti il tuo fisico e la tua mente, che non si sentirà in colpa, sapendo quel che andrà a ingurgitare il giorno successivo, un accorgimento che limita i danni della grande festa primaverile.

Mangia solo frutta e verdura e non ingerire zuccheri semplici come lo zucchero, nel caffè, o caramelle, di dolce ne assumerete già abbastanza. Evitate di mangiare fuori pasto, le calorie che assumiamo durante questi pasti sono già più che sufficienti. Mangia poco di ogni piatto, evita i fuori pasto.

Organizzare un menù gustoso e goloso, ma light, non è difficile, mangia pure le fritture, che soddisfano il palato, in quantità limitata, ricordati però di cambiare l’olio della frittura non appena diventa scuro, che diventa dannoso per la salute.

Sostituisci gli alimenti a base di farina bianca, preferendo quelli con la farina integrale, che aiutano ad assimilare e a smaltire i cibi del pasto. Preparate, quindi, il classico antipasto con le tartine usando i crostini integrali piuttosto che il pane.

Per i condimenti, vanno bene le spezie anziché il sale, danno più sapore e profumo che stuzzica il palato e allontanano la ritenzione idrica. Nel pranzo di Pasqua, non manca mai il tradizionale capretto o agnello, potrete prepararlo usando, appunto, solo le spezie come condimento, non utilizzando olio e mettendolo nel forno. Al posto delle gustose patate, andrà benissimo una colorata insalata mista, mettete in tavola delle sfiziose crudità in tavola, sgranocchiandole vi daranno una sensazione di sazietà.

Come dolce, che sono comunque da limitare, sarebbe ideale il sorbetto al limone, sgrassa la bocca e favorisce la digestione. Il dolce tipico di Pasqua è la colomba, invece di consumarla a tavola, concedetevela al mattino, senza farcitura, con un bicchiere di latte, pensate che 100 gr di apportano fra le 400 e le 500 kcal.

Piuttosto che tanti piccoli ovetti, simbolo del pranzo di Pasqua, che sono ipercalorici, scegliete cioccolata al fondente per le uova di Pasqua, evitate quello ricoperto di zucchero, che alza il diabete, non mangiatelo a fine pasto, meglio a merenda con poco pane integrale o cialde di riso integrale.

Il giorno di Pasquetta mangia cibo più leggero, non si ingrassa per aver mangiato un solo giorno, compenserai le eventuali esagerazioni di Pasqua, sono piccoli accorgimenti che ti fanno mangiare quel che desideri nelle giuste quantità per sentirti ugualmente appagato.

Photo credit: http://www.flickr.com/photos/[email protected]/3423719122/sizes/m/in/photostream/Vintage-kat su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>