In aumento le richieste per interventi estetici ginecologici

di Braganti Commenta

Nell’era della perfezione sono in aumento anche gli interventi estetici ginecologici; pare infatti che quelle che potremmo chiamare operazioni del punto G stiano conoscendo un vero e proprio boom. Il dottor Marco Viganò spiega

La tendenza è ormai affermata, tanto che i recenti dati dall’Harley Medical Group del Regno Unito mostrano come, su oltre 5mila richieste di interventi chirurgici estetici ginecologici, il 65% arrivino dalle donne per la riduzione labiale e per un ‘rimodellamento’

Stefan Gress, un chirurgo plastico di Monaco spiega

alcune donne che si sottopongono a trattamenti al botox approfittano della situazione e si fanno ritoccare anche il Punto G

Viganò aggiunge

La chirurgia ginecologica può intervenire sulla situazione nervosa e migliorare, tra virgolette, l’attività. Noi plastici possiamo ridare quell’aspetto unitario e armonico ai genitali femminili oppure migliorare un aspetto esteriore maschile, con allungamenti, ingrossamenti, riduzioni di proporzioni o di mucose

Ricorrono a questo tipo di interventi donne dai 20 ai 55/70 anni e si possono trovare sia persone che hanno avuto dei traumi dopo il parto ad altre che possono aver vissuto dei drammi sessuali; il medico spiega anche che spesso si avvalgono di una consulenza psico-sessuologa e che questi interventi non sempre sono necessari.

Ricorrereste mai a delle operazioni di chirurgia plastica intima?

Via| lifestyle.tiscali.it

Photo Credits| Robert McDon. su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>