Laser e radiofrequenza per tonificare interno braccia e cosce

di Mariella Commenta

laser-radiofrequenza-tonificare-interno-braccia-cosce

È una tecnica non invasiva, si tratta di una combinazione fra laser e radiofrequenza che porta ottimi risultati alla correzione di inestetismo molto frequente, la perdita di tono dei tessuti di zone molto delicate del corpo. La colpa non è solo del passare del tempo. Anche la mancanza di attività fisica e un’alimentazione distratta possono favorire i cedimenti che, per natura, presentano una cute sottile e poco nutrita, come l’interno delle braccia e della cosce. Movimento, dieta e l’uso regolare dei cosmetici possono essere d’aiuto, ma per avere una maggior certezza di risultati un inestetismo che tende a peggiorare con il tempo occorrono interventi mirati.

Una possibile soluzione è il ricorso alla chirurgia, che impiega tecniche sicuramente efficaci, come il lifting delle braccia e delle cosce, ma risultano molto impegnative e lasciano inevitabili cicatrici. Tra i trattamenti di medicina estetica non invasivi ed economicamente abbordabili, uno dei più moderni associa un laser CO2 di ultima generazione con la radiofrequenza, per intervenire con decisione contro il rilassamento di cosce e braccia e restituire alla figura un profilo più compatto e meglio definito.

Il laser lavora in superficie, mentre la radiofrequenza raggiunge anche le zone più profonde garantendo così un’azione tonificante a tutti i livelli. Risultato: i tessuti recuperano tono e i cedimenti diventano meno evidenti. Tutto questo in modo veloce e indolore, con la possibilità di riprendere subito le consuete attività e senza il rischio che rimangano antiestetiche cicatrici visibili, come nel caso dei lifting chirurgici.

Come avviene la seduta
Non è necessaria alcuna preparazione prima della seduta se non evitare di applicare qualsiasi tipo di crema, per non interferire con l’azione del laser. È bene anche non prendere il sole un mese prima e uno dopo il trattamento, per evitare la formazione di macchie scure. A differenza del volto, per il quale è difficile evitare l’esposizione solare, braccia e gambe possono essere facilmente coperte e questo consente di eseguire il trattamento anche nei mesi di maggio e di giugno.

La seduta dura dai 30 minuti a un’ora a seconda dell’ampiezza della zona. Il laser viene passato sui punti dove i tessuti sono più rilassati, generando un riscaldamento perfettamente controllato ed estremamente preciso. Il passaggio non è doloroso perchè l’apparecchiatura dispone di un sistema di raffreddamento che, attraverso l’emissione di un getto costante ma non fastidioso di aria fredda, rende il trattamento del tutto indolore.

Al termine della seduta potrebbe presentarsi un leggero gonfiore e arrossamento, che si riduce con impacchi freddi. Prima di tornare a casa, viene applicata una crema idratante che si dovrà continuare a utilizzare anche nei giorni seguenti.

Photo credit: loverleg su Flickr