Dieta metabolica, dimagrire migliorando il metabolismo

di Mariella Commenta

Prevalentemente rivolta a chi ha difficoltà a dimagrire con quelle tradizionali, la dieta metabolica ha il compito di velocizzare il proprio metabolismo. Per comprendere i principi base di questa dieta occorre partire dal concetto di cosa sia esattamente il metabolismo, in breve, possiamo ribadire il concetto che il metabolismo può essere considerato l’artefice del peso corporeo: se è veloce fa dimagrire, se è lento fa ingrassare. Chi ha il metabolismo lento, brucia molto lentamente i carboidrati e i grassi. Chi invece ha il metabolismo veloce è destinato a rimanere magro.

Molto importante è il numero dei pasti durante la giornata, più se ne fanno, maggiormente si dimagrisce. La dieta metabolica prevede circa 1.200 calorie al giorno, va seguita per un mese. Per favorire il metabolismo è necessario mangiare ad orari regolari, in particolare la cena non va consumata oltre le 21 (dopo una certa ora, infatti, il metabolismo è più lento).

Secondo chi ha studiato la dieta metabolica, per accelerare il metabolismo lento bisogna introdurre nell’organismo i cibi che possono facilitare lo svolgimento di queste reazioni chimiche, evitando quelli che invece lo ostacolano. C’è di conseguenza “cibi sì e cibi no”. Dunque, spazio a frutta e verdura che garantiscono un corretto apporto di sali minerali e vitamine.

Sì alle proteine, contenute in carne, pesce e uova, alimenti che favoriscono il miglioramento del consumo di calorie da parte dell’organismo) ed è proprio per questo che molte diete dimagranti sono iperproteiche). Sì anche al caffè: si è visto che 5 tazzine al giorno accelerano i consumi calorici del 5 per cento. Non bisogna, però, esagerare e chi è nervoso e iperteso non deve berne più di 1 o 2 tazzine al giorno.

Un deciso no, invece, ad alcune verdure della famiglia delle crucifere come cavoli, verze, broccoli e ravanelli che in alcune persone possono rallentare la funzione tiroidea e quindi il metabolismo. No ai grassi e agli zuccheri: i dolci, ricchi di zuccheri semplici, e gli alimenti grassi in genere, richiedono una digestione più lunga. No alle bevande alcoliche e alle bibite dolcificate che affaticano il metabolismo.

Vediamo un esempio di una giornata tipo della dieta metabolica
Colazione: tè o caffè non zuccherati; 3 fette biscottate integrali o 4 biscotti secchi tipo gallette; un bicchiere di latte scremato o uno yogurt magro.
Spuntino: un frutto fresco o una spremuta di arancia non zuccherata
Pranzo: 50 grammi di pasta integrale al pomodoro con una spruzzatina di grana grattugiato; insalata mista di verdura cruda; un caffè senza zucchero.
Merenda: una tazza di tè o un caffè; una mela.
Cena: antipasto di verdura cruda o frutta fresca intera o in macedonia; minestrone o passato di verdura senza pasta o riso; 200 g di pesce cotto ai ferri o al forno; insalata misa; 30 grammi di pane integrale.

Photo credit: What Are Power Foods su Flickr

Articoli correlati:
Metabolismo lento, come mangiare senza ingrassare
I rimedi naturali per attivare il metabolismo e perdere peso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>