I benefici del pediluvio fai da te

di Mariella Commenta

I piedi sono una parte del corpo molto importante, ci fanno camminare, correre, ci sostengono, ma sono anche un’arma di seduzione, specie durante l’estate quando, indossando un paio di sandali, il piede curato fa la differenza. Non serve a nulla indossare il più costoso dei sandali se poi non si ha cura di loro. Così come le mani, anche i piedi ci rappresentano, per questo meritano altrettanta cura. È anche vero che negli ultimi tempi si sta diffodendo la cultura dei piedi curati, aumenta la percezione di quanto sia importante ed essenziale pensare alla loro salute.

Fateci caso, le vip, in qualsiasi occasione, si presentano al pubblico quasi sempre in sandali e senza calze, oltre a tacchi dalle improbabili altezze vertiginose, che sono molto dannosi per la salute dei nostri piedi. Comunque sia, questo sta a significare che i piedi sono parte integrante dell’aspetto piacevole di una donna.

Per noi comuni mortali, che abbiamo altre necessità, il toccasana per i piedi, costretti tutto il giorno in scarpe più o meno comode, per chi sta in piedi tutto il giorno o cammina molto, è il pediluvio, sicuramente uno dei trattamenti più semplici, economici e terapeuti che portano benessere alle nostre estremità.

Vediamo come fare un pediluvio e rimettere in sesto i piedi:
Sciogliere in un po’ di acqua non troppo calda calda qualche goccia di olio essenziale scegliendo fra lavanda, salvia o rosmarino, che sono calmanti o rinfrescanti, mettere tutto in un bacinella, di quelle che si usano comunemente per il bucato, immergere i piedi per 5-10 minuti. Poi passare una pietra pomice e strofinare la parte dura dei piedi. Per le zone meno sarà sufficiente una crema esfoliante per il corpo. Massaggiare, infine, i piedi con una crema idratante.

Il pediluvio caldo ammorbidisce calli e durosi ed è inoltre efficace in caso di crampi, congestioni e ritardi mestruali, a patto che non si tratti i gravidanza, naturalmente. Il pediluvio freddo, che non deve durare oltre due minuti, facilita la circolazione sanguigna e tonifica.

C’è poi il pediluvio alternato, fate così, preparate due bacinelle, in una metterete acqua calda, nell’altra quella fredda, mettete in piedi, alternativamente, in quella calda (non più di cinque minuti), prima, e fredda poi, meglio se molto fredda (non più di due o tre minuti). È molto utile per migliorare la circolazione del sangue nei piedi e nelle gambe, per le varici e le gambe gonfie. Infatti, il calore dilata i vasi sanguigni, il freddo li restringe, il risultato è una sorta di ginnastica per i vasi sanguigni. Ripetetelo per almeno tre volte.

Photo credit: InsideMyShell su Flickr

Articoli correlati:
Calli e vesciche, la cura naturale con le erbe
La cura dei piedi: impacchi, massaggi e pediluvi per prepararli all’ estate, i rimedi naturali da fare a casa
Ginnastica fai da te: la feet gym, gli esercizi per i piedi stanchi e gambe gonfie
Benessere dei piedi: le donne soffrono in silenzio per i tacchi e la moda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>