Cura della pelle, come scegliere la maschera giusta

di Mariella Commenta

cura-pelle-maschera-viso

La cura della pelle richiede molta attenzione, a volte una crema da giorno o da notte non basta a proteggerla, è necessario ricorrere ad un trattamento intensivo che, grazie ai principi attivi e al prolungato tempo di posa, compensano eccessi e carenze di acqua e sebo. Per scegliere la formula più adatta bisogna valutare la stagione, fra calda e fredda le necessità sono diverse, ed i bisogni specifici, ma può anche trattarsi di una necessità momentanea per la quale basterà un trattamento singolo, giusto un s.o.s.

Idratare è il primo gesto di bellezza e di giovinezza per la pelle. Le maschere idratanti sono quindi un trattamento prezioso, a cui ricorrere con regolarità per preservare l’equilibrio idrico dal quale dipendono la morbidezza, l’elasticità e la compattezza della cute. Principi attivi dalla forte azione idratante e restitutiva, come l’acido ialuronico, si combinano con oli vegetali, vitamine e sostanze naturali, come le ceramidi, capaci di colmare le carenze idriche e nutritive. Per le pelli normali basta un’applicazione mensile, mentre in caso di pelle secca, la cadenza può diventare settimanale.

Occore invece una maschera purificante per punti neri, brufoli e pori dilatati che completa la pulizia di pelle grasse, miste e impure. Le polveri di argilla e di caolino assorbono le impurità rilasciando minerali preziosi per l’equilibrio della pelle, mentre gli estratti vegetali selezionati hanno un’azione antinfiammatoria e regolano la secrezione sebacea. Per non essere troppo aggressive, queste maschere spesso completano la loro formula con oli vegetali e vitamine, come la F, che potenziano l’idratazione di cui anche le pelli grasse hanno bisogno per evitare che, soprattutto sulle guance, si formino zone secche.

Lo smog che sporca, il freddo che restringe i capillari, la stanchezza e un’alimentazione frettolosa che tolgono vitalità. Sono tante le ragioni che possono portare la pelle a essere spenta e opaca. Una maschera illuminante può essere d’aiuto: con sostanze detossinanti, come l’argilla gialla, libera i pori dalle impurità profonde, con l’estratto di arancia dà energia, e con sostanze linfanti regala una sferzata di vitalità alla pelle perchè possa ritrovare a tempo record un aspetto più fresco, luminoso e giovane. L’ideale è applicarla dopo aver fatto uno scrub delicato, in modo che l’azione di pulizia profonda restituisca una luce nuova al viso.

Anche il passare degli anni ha degli effetti sulla pelle, in questo caso c’è bisogno di cure intensive. La maschera, usata con regolarità una volta ogni 10-15 giorni, ma anche un prezioso alleato nella lotta contro i segni del tempo. Con gli anni la pelle tende a diventare arida, le maschere antietà favoriscono la produzione di elastina, collagene e acido ialuronico, sostanze naturali che preservano l’equilibrio, l’elasticità e la morbidezza della pelle.

Photo Credits: embruein su Flickr