Pancia piatta e girovita sottile con le fibre

di Mariella Commenta

La pancia piatta è il sogno di tutte, per riuscire nell’intento di non sentirsi stringere la pancia indossando quei pantaloni a vita bassa che tanto ci piacciono, è necessario evitare l’intestino intasato che rallenta digestione e metabolismo, cause principali di gonfiori. Per un giorno segui questi consigli utili per rigenerare la flora batterica, sono suggerimenti che ti saranno utili per sentirti meno gonfia. A fine giornata ti sentirai sazia senza aver mangiato troppo, la pancia sarà meno tesa, più piatta e leggera, spariranno i gas e prepari il corpo a smaltire le scorie pesanti, si assottiglia il girovita. Ecco cosa devi fare a tavola.

Prima di colazione assumi i probiotici che ti saziano

Prendi una dose di probiotici con un bicchiere d’acqua: puoi scegliere tra i classici fermenti lattici (da assumere per cicli non superiori ai 10 giorni), il kefir oppure lo yogurt. Così facendo, favorisci l’evacuazione e aumenti il senso di sazietà. Se sei golosa prova i probiotici al cioccolato in barrette. La presenza del burro di cacao garantisce che i fermenti lattici arrivino intatti all’intestino perchè li protegge dai succhi acidi dello stomaco.

A colazione accelera lo svuotamento addominale

Una tazza di tè o di latte di soia con un cucchiaino di malto di riso, 2 fette di pane integrale tostato, 50 grammi di ricotta di latte vaccino mescolata a un cucchiaino di cacao amaro e a un cucchiaio di fiocchi di avena integrale o muesli, una mela cotta: stimoli la peristalsi e ti svuoti.

Con lo spuntino fai scorta di fibre liquidi anti colesterolo

Fai lessare una decina di castagne secche oppure procurati le castagne morbide in busta e frullale con un bicchiere di latte di mandorle (o di soia): riduci fame e colesterolo. Se vuoi perdere qualche chilo in più, gusta snack liquido come sostituto di un piatto.

A merenda disinfiamma tutto il tratto digerente

Una pera ben matura al naturale oppure frullata con un bicchiere di latte d’avena e un pizzico di cannella: è uno spuntino nutriente, anti stipsi e soprattutto saziante. Le fibre della pera e dell’avena eliminano il meteorismo e appiattiscono l’addome, mentre la cannella è un potente bruciagrassi.

A cena scegli i carboidrati rassodanti

Un passato di zucca, piselli e cipollotto lessati e frullati con una manciata d’orzo e una spolverata di semi di sesamo; una trota cotta al vapore con una patata lessata, 2 fette di pane integrale ai semi di lino (favoriscono il transito intestinale e attenuano il gonfiore). I semi, oltre a contenere fibre e minerale, apportano acidi grassi indispensabili per il metabolismo.

Photo Credits | *DOLL.PARTS* su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>