Nuove pillole anticoncezionali: fanno bene per la sindrome premestruale ma causano trombosi

di Braganti Commenta

Fino a pochissimi anni fa le pillole anticoncezionali non erano molto diffuse nel nostro paese e questo per via dei diversi effetti collaterali che avevano; le pillole più nuove però a differenza di quelle di “vecchia generazione” non fanno ingrassare e, probabilmente anche per questo motivo molte donne hanno deciso di affidarsi a questo metodo anticoncezionale.

Da quando poi è stata messa in commercio la pillola Yaz si sta assistendo ad un’inversione di tendenza e sono le stesse pazienti a richiederla ai ginecologi quando questi ultimi non la prescrivono; vi ricordo che tra i benefici riconosciuti alla pillola Yaz vi è quello di essere in grado di contrastare la sindrome premestruale (che solitamente si manifesta con gonfiori, mal di testa, mal di pancia, irritabilità) e questo grazie al drospirenone, un progestinico di quarta generazione che è molto simile al progesterone naturale ma anche perché ha effetti benefici sull’acne e sull’irsutismo.

Purtroppo però le pillole di nuova generazione possono essere anche molto pericolose; infatti secondo i risultati di una recente ricerca condotta dall’Università di Copenhagen e pubblicato all’interno della rivista British Medical Journal, le nuove pillole, quelle che sono a base di drosperidone, desogestrel o gestodene aumentano il rischio di trombosi rispetto alle pillole di prima generazione che erano a base di levonorgestrel.

La ricerca che è stata guidata dottor Ojvind Lidegaard ha messo in luce come queste pillole causino in 10 casi su 10 mila donne all’anno trombosi venosa; lo studio che è durato 8 anni (dal 2001 al 2009) ha studiato attraverso alcuni esami diverse donne danesi. Tra queste vi erano alcune che utilizzavano le nuove pillole, altre che invece si affidavano a quelle vecchie o che non usavano la pillola come metodo anticoncezionale: chi usava quelle nuove andava incontro ad un rischio di trombosi di ben 3 volte superiore rispetto a chi usava pillole di vecchia generazione.

Quindi credo che prima di scegliere il metodo anticoncezionale che si ritiene più adatto vadano considerati tutti gli aspetti e quindi sia i benefici che i lati negativi. Nella scelta affidatevi sempre al consiglio di personale esperto e qualificato e diffidate del passaparola: quello che può essere adatto ad una vostra amica potrebbe non esserlo per voi.

Articoli correlati

La nuova pillola anticoncezionale Yaz contro la sindrome premestruale: acne, ritenzione idrica, cefalea

Come scegliere il metodo anticoncezionale pià adatto: dalla pillola all’anello