Il raffreddore si cura con propoli e rosa canina

di Mariella Commenta

Il raffreddore è uno dei disturbi invernali maggiormente diffusi, con i suoi sintomi tanto caratteristici quanto fastidiosi, come gli starnuti che non finiscono mai, il naso sgocciolante, gli occhi che lacrimano, le difficoltà di respirazione e la sensazione di avere il naso chiuso. Per limitare i fastidi più insopportabili del raffreddore, tuttavia, si possono scegliere alcuni rimedi fitoterapici davvero molto efficaci. Se c’è anche la febbre può essere utile il salice bianco, antinfiammatorio e antipiretico. Per stroncare i sintomi influenzali sul nascere, sì a un infuso (2 cucchiai di corteccia in 200 ml di acqua bollente per qualche minuto).

Il timo è disinfettante e antinfettivo, può essere consumato come infuso preparato con 4 g di erba essiccata in 200 ml di acqua bollente, qualche minuto e filtrate, può essere consumato dopo i pasti principali. Antistaminico, il ribes nero si usa per il naso chiuso: 60 gocce di macerato glicerico in poca acqua 2 volte al giorno.

La propoli, mix prezioso di sostanze naturali risultato del lavoro delle api, è una sostanza antibatterica e immunostimolante ideale contro il raffreddore. Per liberare le vie aeree, sono ottimi i diffusori per ambiente a base di propoli. Sono efficaci anche le altre formulazioni, come la tintura madre (20 gocce in 50 ml di acqua, 2 volte al giorno) e lo spray, da inalare o spruzzare sui cuscini prima di dormire.

Per rafforzare le difese naturali è perfetta la rosa canina, ricca di vitamina C, antinfiammatoria, si può scegliere tra l’estratto secco in capsule (800 mg) o l’infuso (5 g di bacche in 200 ml di acqua calda per qualche minuto poi filtrare, consumare lontano dai pasti, 2 volte al giorno.

Utili ma non infallibili, i rimedi fitoterapici possono costituire una valida cura di supporto contro il raffreddore e i primi sintomi influenzali. Tuttavia, se il disturbo persiste o peggiora, è sempre bene rivolgersi al medico per un controllo approfondito della situazione. In gravidanza e in allattamento, è consigliabile chiedere un consiglio al medico o al ginecologo prima di prendere erbe contro il raffreddore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>