Quando il grasso in eccesso è concentrato dalla vita in giù si chiama obesità ginoide

di Mariella Commenta


L’obesità si può distinguere i base alla causa scatenante, in primitiva o essenziale, rispettivamente determinate da un maggior apporto nutrizionale, oppure da un ridotto dispendio energetico, o da entrambi; o in secondaria, quando esistono scompensi di tipo endocrino (per esempio, malattie surrenali). Da un punto di vista morfologico, invece, si può distinguere una forma di obesità di tipo androide da una forma ginoide, nonché anche una tipologia intermedia, a seconda della distribuzione anatomica del tessuto adiposo.

Questa classificazione si basa sul rapporto vita fianchi, che deve essere valutato con la misurazione della circonferenza minima della vita e la circonferenza massima dei fianchi. I limiti di riferimento per le tre categorie di obesità in base al rapporto vita fianchi sono: androide >85, intermedia tra 0,79 e 0,84, ginoide 0,78.

La diversa distribuzione dell’adipe corporeo è dovuta all’effetto che gli ormoni esercitano sul grasso di persone di sesso maschile e femminile; il testosterone (ormone maschile) riduce il numero delle cellule adipose (adipociti), mentre gli estrogeni incrementano sia il volume sia il numero di tali cellule nella parte bassa del corpo. Il cortisolo (ormone prodotto dalle ghiandole surreali), invece, aumenta il volume degli adipociti della parte alta del corpo.

L’obesità ginoide è quindi caratterizzata da un antiestetico accumulo di grasso i corrispondenza di glutei, cosce e gambe.

I questo particolare tipo di obesità le complicanze e i problemi metabolici sono meno frequenti rispetto a quelli che colpiscono la forma androide, ma sono più spesso associati a disturbi circolatori correlati a un deficit del ritorno venoso e al drenaggio linfatico, con quasi sempre la possibilità della comparsa del PEFS (pannicolopatia endematosa – fiibrosclerotica), quella che viene chiamata anche più comunemente cellulite e insufficienza venosa.

Le principali cure per il caso di obesità ginoide è iniziare una dieta appropriata, studiata dal nutrizionista, e assolutamente non improvvisata o fai da te, e da trattamenti medici specifici per migliorare lo stato della circolazione periferica e sciogliere in modo mirato gli accumuli adiposi localizzati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>