Dieta ipocalorica: la dieta Chenot dei tre giorni, pancia piatta e tossine eliminate

di Mariella Commenta

Pancia e gambe gonfie, pelle opaca, difficoltà di concentrazione. E quei chili in più che non se ne vanno. A volte è solo una questione di tossine. La dieta detox di Henri Chenot serve a questo. Può essere seguita una volta al mese, per 3 giorni consecutivi. Oppure per un giorno solo, ogni settimana (prendendo come modello il primo dei 3 proposti dal programma completo), per un totale di 4 giorni al mese. La dieta Chenot non è difficile da seguire anche da chi, fuori casa per impegni di lavoro, non può preparare grandi cose. Torni in salute e perdi un paio di chili in un mese.

Dieta Chenot Primo Giorno
Colazione: un frutto di stagione o macedonia (200 g in totale), tisana o tè verde o caffè d’orzo
Pranzo: un frutto di stagione, un piatto di insalata mista, riso basmati (60 g) con verdure alla griglia
Spuntino: un frutto di stagione
Cena: minestrone di verdura (senza legumi o patate) con 50 g di riso basmati

Dieta Chenot Secondo Giorno
Colazione: un frutto di stagione o macedonia (200 g in totale), tisana o tè verde o caffè d’orzo
Pranzo: un frutto di stagione, verdure miste in pinzimonio, riso basmati (60 g) con verdure cotte al vapore
Spuntino: un frutto di stagione
Cena: minestrone di verdura (senza legumi o patate) con 50 g di riso basmati

Dieta Chenot Terzo Giorno
Colazione: un frutto di stagione o macedonia (200 g in totale), tisana o tè verde o caffè d’orzo
Pranzo: un frutto di stagione, insalata mista, verdure in padella con riso basmati (60 g)
Spuntino: un frutto di stagione
Cena: minestrone di verdura (senza legumi o patate) con 50 g di riso basmati

Per condire
Ogni piatto può essere condito con un cucchiaino di olio extravergine. No al sale, che favorisce la ritenzione idrica; al suo posto potete utilizzare erbe aromatiche fresche; consigliate rosmarino, cerfoglio, erba cipollina e salvia che favoriscono la funzionalità del fegato e delle vie biliari. Perfetto anche il succo di limone, in grado di agire sul pH dell’organismo, contrastando l’acidità.