Dieta ipocalorica: la dieta Chenot dei tre giorni, pancia piatta e tossine eliminate

di Mariella Commenta

Pancia e gambe gonfie, pelle opaca, difficoltà di concentrazione. E quei chili in più che non se ne vanno. A volte è solo una questione di tossine. La dieta detox di Henri Chenot serve a questo. Può essere seguita una volta al mese, per 3 giorni consecutivi. Oppure per un giorno solo, ogni settimana (prendendo come modello il primo dei 3 proposti dal programma completo), per un totale di 4 giorni al mese. La dieta Chenot non è difficile da seguire anche da chi, fuori casa per impegni di lavoro, non può preparare grandi cose. Torni in salute e perdi un paio di chili in un mese.

Dieta Chenot Primo Giorno
Colazione: un frutto di stagione o macedonia (200 g in totale), tisana o tè verde o caffè d’orzo
Pranzo: un frutto di stagione, un piatto di insalata mista, riso basmati (60 g) con verdure alla griglia
Spuntino: un frutto di stagione
Cena: minestrone di verdura (senza legumi o patate) con 50 g di riso basmati

Dieta Chenot Secondo Giorno
Colazione: un frutto di stagione o macedonia (200 g in totale), tisana o tè verde o caffè d’orzo
Pranzo: un frutto di stagione, verdure miste in pinzimonio, riso basmati (60 g) con verdure cotte al vapore
Spuntino: un frutto di stagione
Cena: minestrone di verdura (senza legumi o patate) con 50 g di riso basmati

Dieta Chenot Terzo Giorno
Colazione: un frutto di stagione o macedonia (200 g in totale), tisana o tè verde o caffè d’orzo
Pranzo: un frutto di stagione, insalata mista, verdure in padella con riso basmati (60 g)
Spuntino: un frutto di stagione
Cena: minestrone di verdura (senza legumi o patate) con 50 g di riso basmati

Per condire
Ogni piatto può essere condito con un cucchiaino di olio extravergine. No al sale, che favorisce la ritenzione idrica; al suo posto potete utilizzare erbe aromatiche fresche; consigliate rosmarino, cerfoglio, erba cipollina e salvia che favoriscono la funzionalità del fegato e delle vie biliari. Perfetto anche il succo di limone, in grado di agire sul pH dell’organismo, contrastando l’acidità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>