Dimagrire mangiando è possibile: le regole d’ oro per perdere peso

di Mariella Commenta

Quando si ha fretta di dimagrire, in arrivo dell’ estate, dopo le grandi feste in cui, regolarmente ci si abbuffa, ci si sottopone a diete drastiche, si perdono molti chili in pochi giorni, salvo poi recuperarli tutti, se non di più, i primi alimenti che si eliminano sono pane, patate e dolci, correndo il rischio di farsi mancare alimenti che sono, invece, necessari al nostro organismo. Tutto questo è sbagliatissimo, bisogna imparare a seguire un regime alimentare corretto, accompagnato da un buon esercizio fisico.

Non si devono affrontare diete dimagranti rinunciando, magari, alla vista sociale, pizzeria con gli amici, cene al ristorante, tutto si può fare con buon senso, perdere peso in poco tempo è rischioso, una volta terminata la dieta, persi i chili desiderati, si pensa di potersi lasciar andare a qualche delizia proibita, con il risultato di recuperare i chili persi, superando spesso i chili iniziali.

Vediamo qualche suggerimento, le regole d’ oro per perdere peso, senza doversi mettere davanti ad un triste piatto di insalata scondita:

1) Comincia la giornata con la colazione che non deve mai mancare, si corre il rischio di pericolosi attacchi di fame, digiunare al mattino non serve a ridurre il peso.

2) In ogni pasto non deve mancare una porzione di carboidrati, meglio se integrali e a scarso contenuto di grassi. I carboidrati integrali sono ricchi di fibre che aumentano il senso di sazietà e aiutano l’ intestino.

3) Non deve mai mancare in ogni paso una buona porzione di verdure di stagione, possibilmente non di importazione, contengono antiossidanti, vitamine, minerali e proteggono da diabete, infarto, cancro e obesità.

4) Concedetevi due spuntino al giorno, possibilmente frutta, non far mai passare troppe ore fra un pasto e l’ altro, per scongiurare gli attacchi di fame la frutta va bene.

5) Meglio non abusare dei formaggi, massimo due volte a settimana, i formaggi contengono proteine, calcio, fosforo e vitamina A, ma anche un elevato contenuto di grassi

6) Mangiare pesce almeno due volte a settimana, è ricco di fosforo, proteine nobili, vitamine e Omega 3.

7) Almeno 3 volte a settimana, uno dei pasti principali deve essere un piatto unico, zuppa di legumi e cereali accompagnati da un contorno di verdura. Va benissimo anche una di quelle insalatone con uovo, prosciutto cotto magro o mozzarella o tonno con 50 g. di pane integrale. Pasta o riso freddo condito con verdure.

8) Condite i primi piatti con vegetali, ricchi di vitamine, come pomodoro, zucchine, melanzane, broccoletti, asparagi, pomodorini freschi, spinaci.

9) Limitate al massimo i sughi a base di ragù, pancetta, panna, 1 massimo due volte a settimana, essendo molto ricchi di calorie, farete seguire solo un contorno di verdure.

10) Nello stesso pasto non abbinate due alimenti calorici, ad esempio dovrete evitare di mangiare carne più formaggio, il pane con la pasta, le patate con il pane.

11) Anche il metodo di cottura è importante, preferite i bolliti, al vapore, alla griglia, brasati.

12) Evitare i condimenti grassi, meglio utilizzare verdure, acqua o brodo vegetale, vino, salsa di pomodoro, spezie ed erbe aromatiche. Limitate al massimo l’ uso del sale, fa aumentare la pressione, aumenta la ritenzione idrica che favorisce gonfiore e cellulite.

13) Preferito l’ olio extravergine di oliva, un cucchiaio al giorno massimo, meglio se aggiunto a crudo a fine cottura.

14) Limitare il consumo di dolci, se proprio volete a fine pasto e non come spuntino, sapendo che, mangiando il dolce, dovrete rinunciare a qualcosa, pane o pasta.

15) Bere almeno un litro e mezzo-2 litri di liquidi al giorno, evitare le bevande gassate o zuccherate, acqua o bevande non zuccherate, che aiutano l’organismo a depurarsi eliminando le tossine. Ottime anche le tisane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>