L’ automassaggio del viso per eliminare le rughe, le tecniche più efficaci

di Mariella Commenta

Il massaggio è un gesto istintivo: tutti noi incosciamente eseguiamo piccoli massaggi quando ci sfreghiamo una parte del corpo dolorante o indolenzita.

Anche se il massaggio dovrebbe sempre essere praticato da esperti qualificati, potete provare con alcune semplici ma efficacissime tecniche di automassaggio da eseguire in autonomia nella vostra Spa casalinga.

L’ automassaggio per eliminare le rughe richiede pochi minuti al giorno, un rito di bellezza per ottenere in breve tempo risultati evidenti. Eseguito mattina e sera con costanza, questo massaggio, che coinvolge numerosi muscoli facciali, renderà la pelle del viso rilassata, luminosa e morbida.

L’ automassaggio per eliminare le rughe prevede l’ utilizzo delle tecniche di massoterapia di base, le cue manovre principali sono:

Sfioramento: si tratta di un movimento molto leggero che può essere eseguito con alcune dita o con l’ intera mano sempre dal basso verso l’ alto.

Frizione: è identico allo sfioramento ma la pressione deve essere un po’ più intensa. Si utilizza il margine inferiore del palmo della mano o i polpastrelli di una o più dita.

Vibrazione: si provoca una sorta di tremito con l’ avambraccio afferrando il muscolo con l’ intera mano ed eseguendo un movimento in avanti.

Impastamento: si solleva il muscolo con i polpastrelli e, in un secondo momento, lo si fa ricadere.

Come procedere con l’ automassaggio per eliminare le rughe del viso

– Eseguite con i polpastrelli dei due indici una lieve frizione che parta dall’ angolo dell’ occhio e si diriga verso l’ esterno fino ad arrivare all’ estremità dell’ orecchio.

– Posizionate i polpastrelli dei medi uno sopra l’ altro nella zona superiore del naso e muovetevi verso l’ alto.

– Appoggiare il palmo delle due mani ai lati del viso con i polpastrelli delle dita indice o medio sull’ angolo interno delle sopracciglia. Muovete ora i palmi delle mani verso l’ esterno.

– Posizionate il dito indice sotto l’ occhio, nell’ angolo interno. Muovetelo verso l’ esterno tenendo la pelle tesa per alcuni secondi.

– Con la mano ben aperta avvolgete la zona più alta del collo. Eseguite sfioramenti verso il basso, più volte, alternando le mani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>