Cellulite: i trattamenti, le terapie ed i consigli per prevenire e curare, i rimedi fai da te

di Mariella Commenta

 La cellulite è molto diffusa a qualsiasi età, ci sono vari rimedi per migliorarla, un’ efficace idroterapia naturale è rappresentata dalle onde marine, si può immergersi nell’ acqua del mare, ricca di sali minerali dai preziosi effetti disintossicanti e tonificanti, lascando che le onde colpiscano con il loro ritmo regolare le zone cellulitiche, o sdraiarsi sulla riva e attendere che il massaggio arrivi con l’ alternarsi di onde e risacca. Sono consigliate anche le passeggiate sul bagnasciuga e quelle nell’ acqua bassa, che favoriscono il riattivarsi della circolazione nelle gambe.

Idromassaggio e idroterapia
L’ idroterapia può essere eseguita anche a casa, avendo a disposizione una vasca bagno. Per le applicazioni di acqua calda è opportuna una durata che non superi i 30 minuti. Nell’ acqua della vasca si possono versare dei sali, è consigliato il sale marino integrale, per aggiungere effetti rivitalizzanti e tonificanti al bagno; oppure estratti di piante medicinali per ottenere i benefici legati ai loro principi attivi.

Un altro trattamento anticellulite tonificante è il bagno alle alghe, di cui esistono molte varietà ricche di oligoelementi e sali minerali. Immerse nell’ acqua calda in sacchetti di tela, le alghe stimolano il riequilibrio minerale dei tessuti e si mostrano efficaci coadiuvanti nel trattamento anticellulite. Il bagno deve durare almeno 30 minuti per permettere alla pelle di assorbire i principi attivi.

L’ efficacia dei trattamenti idroterapici aumenta nel caso di vasche a idromassaggio che, lasciando fuoriuscire da appositi bocchettoni getti d’ acqua mescolata a ossigeno, favoriscono l’ ossigenazione dei tessuti e, naturalmente, il pieno relax psicofisico. E’ consigliabile non protrarre l’ immersione oltre i 20 minuti ed eseguirla almeno due o tre volte alla settimana.

I rimedi fai da te anticellulite. Argillopterapia
L’ argilla verde ventilata viene usata nel trattamento contro la cellulite, impastata con acqua povera di sodio e di cloro. L’ impacco è applicato sulla zona cellulitica con uno spessore di circa mezzo centimetro, lasciato seccare e coperto con un panno di cotone o lana, o con pellicola trasparente, in modo da non disperdere il calore corporeo. L’ argilla ha un’ azione antinfiammatoria e riduce sensibilmente l’ aspetto a buccia d’ arancia della pelle, attiva inoltre il metabolismo sottocutaneo e gli scambi cellulari. Perché sia efficace si consiglia di ripetere il trattamento a giorni alterni fino ad ottenere risultati apprezzabili.

L’ argilla può anche essere ingerita: in questo caso si mescola in un bicchiere di acqua tiepida un cucchiaino di argilla, si lascia riposare per 15 minuti, aspettando che la parte pesante si depositi sul fondo, e si beve l’ acqua ottenuta, preferibilmente la mattina a digiuno. Assunta con questa modalità l’ argilla attenua i processi putrefattivi intestinali, purifica e stimola l’ evacuazione, agendo contro la stitichezza, i gas e i batteri intestinali, che hanno un ruolo importante nell’ insorgenza della cellulite.

Cromoterapia
L’ organismo sottoposto a radiazioni cromatiche ha reazioni diverse a seconda della loro lunghezza d’ onda. L’ esempio più lampante è quello dell’ abbronzatura, effetto dell’ esposizione alla luce del sole. La radiazione si trasforma in energia chimica utilizzabile dai tessuti. Il trattamento cromo terapico anticellulite consiste nell’ inviare a intermittenza un colore specifico (radiazione con una specifica lunghezza d’ onda) direttamente sulla zona interessata.

I colori usati sono il rosso e il violetto; il rosso è più indicato per la cellulite edematose agendo su fenomeni di stasi linfatica e venosa; il violetto invece è più efficace per la cellulite dure.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>