Omeopatia: cos’ è e come agisce sull’ organismo umano. Cure omeopatiche

di Mariella Commenta

 Tutti ne abbiamo sentito parlare, si trova ormai abitualmente nelle farmacie tradizionali come nelle erboristerie, eppure sul fatto che funzioni o meno c’ è molto scetticismo diffuso… cos’ è l’ omeopatia e come agisce sul nostro organismo? Ecco alcune risposte.

OMEOPATIA E IL PRINCIPIO DI SIMILITUDINE
L’ omeopatia è un sistema clinico-terapeutico introdotto alla fine del Settecento dal medico tedesco Hahnemann, basato su somministrazione di sostanze di origine minerale, vegetale o animale in microdosi, definite “rimedi”, che vengiono preparati con particolari procedimenti di diluizione e dinamizzazione (le “diluizioni omeopatiche”).
La loro scelta avviene secondo una metodologia complessa che, sostanzialmente, interpreta il cosiddetto “principio di similitudine”. Tale principio si fonda sulla constatazione di un fenomeno generale della biologia; ogni sostanza capace di causare, a dosi ponderali, sintomi in un soggetto sano, può curare gli stessi sintomi in una persona malata, quando sia somministrata in dosi deboli.

QUALCHE ESEMPIO
Prendiamo ad esempio una puntura d’ ape. Essa provoca in un soggetto sano la brusca comparsa di bruciore e dolore trafittivo con edema rosato, migliorati dalle applicazioni fredde; lo stesso veleno a dosi omeopatiche (Apis mellifica) può curare ogni tipo di eruzione cutanea caratterizzata da edema rosato e migliorata dalle applicazioni fredde, come l’ orticaria, l’ eczema, l’ eritema solare, le bruciature.
Ugualmente, quando si taglia una cipolla, gli occhi lacrimano e compaiono abbondanti secrezioni acquose nasali; la stessa cipolla a dosi deboli (Allium cepa) è il rimedio delle manifestazioni del raffreddore e della rinite allergica. E ancora: sono ben note l’ ipereccitazione mentale e l’ insonnia indotte dall’ abuso di caffé; secondo il principio di similitudine, il caffé, somministrato in dosi deboli (Coffea cruda), è indicato nell’ insonnia associata a esaltata attività mentale.

IL SEGRETO DELL’ OMEOPATIA
In definitiva, in omeopatia si tratta di confrontare due realtà simili: da una parte i sintomi osservati dal paziente, dall’ altra i sintomi riferiti da soggetti sani nel corso dell’ assunzione volontaria, accidentale o professionale di sostanze attive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>