Pidocchi: sintomi, trattamento prevenzione e cura

di Mariella 9

pidocchi-sintomi-trattamento-prevenzione-e-cura.jpgSono l’ incubo di tutti i genitori: chi non ha mai avuto a che fare con i pidocchi? Si insidiano tra i capelli dei bambini e succhiano il sangue del suolo capelluto, ma riconoscerli non è semplice e si diffondono da un bambino all’altro molto facilmente. E allora che fare?
Vi proponiamo qui una guida rapida ed esaustiva su questi parassiti, per riconoscerli, prevenirli e farli scomparire (anche con rimedi naturali) dalle teste dei vostri bambini.

COSA SONO I PIDOCCHI?
I pidocchi sono degli insetti parassiti della grandezza di circa 3mm, il cui colore è simile a quello dei capelli.
Generalmente, i pidocchi non hanno gravi conseguenze sulla salute umana, ma provocano dei fastidiosi pizzicamenti in testa e si diffondono molto facilmente, portando quindi a “epidemie” negli ambienti sociali (come ad esempio a scuola).

I pidocchi si attaccano ai capelli e al cuoio capelluto. Le femmine covano delle uova (lendini) di circa 1mm di grandezza e dal colore chiaro. I pidocchi e le loro uova si diffondono specialmente con l’ estate e in autunno.

Spesso il diffondersi dei pidocchi viene associato a mancanza d’ igiene, ma questa interpretazione è scorretta: al contrario, i pidocchi preferiscono un ambiente secco, fine, non grasso e pulito. I capelli dei bambini spesso sono così, ecco il perchè del diffondersi di questi parassiti specialmente sui bambini.

COSA SAPERE SUI PIDOCCHI
Un pidocchio vive circa 1 mese e fa nascere circa 10 lendini, che sbocciano dopo 7-10 giorni.
Ai pidocchi piace riprodursi su delle zone calde come i capelli della testa, particolarmente dietro le orecchie (zona da controllare bene) o sui peli pubici.

I pidocchi sono capaci di sopravvivere da 2 a 3 giorni al di fuori del loro ambiente (capelli), ad esempio sopra gli abiti o i tessuti: ciò spiega l’ importanza di lavare sempre bene gli abiti ad alta temperatura.

Lo sviluppo dei pidocchi è favorito con contatti ravvicinati fra bambini, quindi occasioni di ricreazione come gite scolastiche, la settimana bianca oppure la ricreazione a scuola sono tutte occasione che si prestano alla diffusione delle epidemie. I bambini con capelli fini sono più soggetti a prendere i pidocchi e – in generale – i bambini nella fascia d’età tra i 5 e gli 11 anni.

COME RICONOSCERE I PIDOCCHI
In generale, i pidocchi provocano dei forti pizzicamenti. Si possono osservare delle placche rosse in seguito a pizzicamenti, che possono a volte portare ad un’ infezione. È molto difficile distinguere i pidocchi (il colore è troppo vicino a quello dei capelli), però è più facile osservare le loro lendini che sono di colore più chiaro.
Le lendini restano accollate al capello e questo anche dopo il passaggio di una spazzola o di un buono shampoo. Proprio per questo è possibile distinguerle dalla forfora, che invece al contatto con il pettine se ne va.
Per determinare se vostro figlio ha dei pidocchi, utilizzate un pettine fine, e sotto una buona luce osservate se possiede uno o più lendini.

Anche con una sola lendine osservata bisogna cominciare un trattamento, perché questa lendine potrà una volta sbocciata, creare numerosi pidocchi (da 7 a 10 al giorno) sulla testa.
Per essere assolutamente sicuri che si tratta di pidocchi, bisogna farsi visitare da uno specialista, dottore, infermiere o farmacista.

MIO FIGLIO HA I PIDOCCHI: CHE FARE?
Tutte le persone in contatto con gente che ha dei pidocchi devono essere controllate, e in caso di controllo positivo, bisogna procedere immediatamente ad un trattamento. Inoltre, vanno utilizzati dei trattamenti preventivi per le persone vicine a quella “infettata”.

1. Se vostro figlio presenta dei pidocchi, non mandatelo a scuola: la prima cosa da fare è informare il professore e lo stabile scolastico, affinché possano prendere le misure preventive adeguate.
2. Procedete con un trattamento specifico per lavare la testa del bambino ed eliminare tutti i pidocchi presenti sulla sua testa. Ne esistono sia di farmacologici che naturali. Degli shampoo a base di radice di salice possono aiutare grazie alle loro virtù preventive e anche come trattamento per eliminare i pidocchi. Eventualmente, applicare delle gocce sotto forma d’ essenza di lavanda sulla nuca: la lavanda ha un effetto preventivo.
3. Tutti i tessuti (abiti, lenzuola, federe, peluche) a contatto con il bambino dovrebbero essere lavati a più di 60°C. Se non potete lavarli, impacchettateli dentro un sacco di plastica per 10 giorni, affinché i pidocchi muoiano di fame. Un metodo più veloce è quello di depositare il sacco di plastica nel congelatore per 24 ore: i pidocchi moriranno assiderati.
4. Togliere tutte le lendini con una pinza o un pettine fine (in farmacia ne vendono di appositi).
5. Bagnare i pettini e le spazzole nell’ acqua calda con del sapone per almeno 10 minuti.
6. Evitare il più possibile i contatti con berretti, asciugamani e tessuti e, naturalmente, con tutti gli altri bambini che hanno i pidocchi.
7. Non asciugare i capelli ad una temperatura troppo calda, evitare di asciugarli con un fono.
8. Con i trattamenti efficaci cui disponiamo oggi non è più necessario tagliare tutti i capelli.
9. Dopo 10 giorni di trattamento contro i pidocchi bisogna rifare un controllo completo della testa per vedere se non rimane veramente più nessun pidocchio o lendini.

I TRATTAMENTI
Esistono dei gel o shampoo curativi in vendita. Si tratta di farmaci a base di malathion, dermatoline o lindane.
Si tratta spesso di prodotti che prevedono di ripetere l’ applicazione dopo qualche giorno: chiedete consiglio nella vostra farmacia per i medicamente più adatti e per la posologia di utilizzo. Sono tuttavia efficaci anche i rimedi naturali: in erboristeria è possibile trovare degli shampoo a base di scorza di salice che eliminano i pidocchi e aiutano a prevenire ulteriori contaminazioni.

Una volta terminato il trattamento, si deve assolutamente togliere e scollare le lendini che rimangono attaccate ai capelli con un pettine speciale.

Commenti

  1. Ciao a tutti io volevo aggiungere grazie alla mia esperienza e al manuale per eliminare i pidocchi che mi hanno segnalato sul blog per le mamme e i propri figli un consiglio per quanto riguarda la cura dei pidocchi. Allora il mio consiglio è di non utilizzare prodotti chimici pericolosi ma di utilizzare sempre prodotti naturali. Infatti la pelle assorbe quello che gli mettiamo sopra e per questo è pericoloso utilizzare prodotti tossici, soprattutto sulla testa dei bambini che hanno difese immunitarie più basse e sulle mamme incinte o in allattamento perchè gli agenti chimici entrano nel sangue e dalla tessa passano in tutto il corpo. Un saluto (altre info le ho trovate qui: http://www.eliminarepidocchi.com)
    ciao a tutti

  2. ci sono tante infomazioni utilissime ma che purtroppo conosco la mia curiosità è: come nasce ilm pidocchio ?- mi spiego meglio è come le zecce che si trovano anche sull’erba o sugli animali o vive soltanto sull’uomo. perche ci sono periodi in cui scompare e periodi di invasione ?

  3. Ciao a tutti mi chiamo Tiziana, la mia bimba non aveva mai avuto poblemi di pidocchi i primi due anni dell’ asilo, ma oggi si.La pediatra mi ha consigliato di non tagliarle i capelli corti dato che comunque stanno a circa due centim dalla cute e di utilizzare un prodotto specifico. Mentre tornavo a casa ho deciso di tagliarle comunque i capelli e la parrucchiera mi ha consigliato di farle delle piccole meches trasparenti che le lendini non si sarebbero attaccate e che era comunque un’ottima prevenzione.Il risultato?capelli tinti cosa che se avessi saputo con certezza non avrei fatto toccare e oggi testa piena di lendini da togliere.Trattamento anche per me,suo padre e la sua nonna!!!!

  4. salve a tutti mi chiamo giovanni mia figlia a i pidocchi ho provato il sistema del aceto ke funziona in parte .nn so se e colpa delle persone ke frequenta o del metodo ke nn funziona bene,so solo ke spesso e volentieri torna ad averli

  5. Salve a tutti. Anche mia figlia all’ultimo anno di asilo ha passato metà anno con i pidocchi, segno che nonostante il trattamento a scuola li riprendeva… Ma il mio problema principale è questo: dopo il trattamento ripetuto più volte, dei pidocchi non c’è più traccia. Ma è piena di lendini, che probabilmente sono morte perchè passa anche 20 gg senza vedere neppure un pidocchio. Non se ne vanno con i pettini in dotazione con i prodotti specifici. Solo se le prendo con l’unghia e le sfilo lungo il capello…ma non posso farlo una per una…sono centinaia!!! Esiste qlc per questo problema? Qlc può aiutarmi? Neppure con l’ultimo risciacquo con l’aceto caldo…. Aiuto!!!

  6. è menosissimo… bisogna mettersi fuori con il pettinino in dotazione con alcuni shampoo antiparassitari, passarlo ad ogni pettinata in uno scottex: le toglie, ma ci vuole tanta tanta pazienza

  7. Quando vi accorgete di avere, voi o i vostri figli, i pidocchi vi consiglio di non utilizzare prodotti farmaceutici o da erboristeria pericolosi. Soprattutto non utilizzate prodotti CHIMICI che possono essere molto pericolosi per la cute (soprattutto quella dei bambini). Per maggiori informazioni sui pidocchi vi consiglio di seguire alcune guide utili da qui: http://www.eliminarepidocchi.com/pidocchi/pidocchi-testa/pidocchi-dei-capelli-cosa-sono-i-pidocchi/