Non basta una buona memoria per affrontare nuove decisioni. La ricerca della Columbia e Stanford University

di Mariella Commenta

Non basta una buona memoria per affrontare nuove decisioni. La ricerca della Columbia e Stanford University

Quando dobbiamo prendere delle decisioni nuove, spesso ci facciamo guidare generalizzando a partire da una serie di esperienze del passato simili alla nuova situazione che dobbiamo affrontare.
Due ricercatori della Columbia University e della Stanford University (Daphna Shohamy e Anthony Wagner) hanno analizzato come il nostro cervello riesce a generalizzare per prendere decisioni e affrontare al meglio le nuove situazioni della vita.
Sulla base di studi precedenti i ricercatori hanno ipotizzato che la generalizzazione derivi da una codifica del cervello che si verifica mentre sperimentiamo degli eventi nuovi ma in parte simili a eventi del passato; la codifica integrativa effettuata dal nostro cervello dipende sia dall’ ippocampo sia dalle regioni dei neuroni dopamminergici del mesencefalo.
Quindi il nostro cervello associa e integra eventi del passato alla situazione presente attraverso la memoria.

L’ ESPERIMENTO E I RISULTATI DELLA RICERCA
Per controllare le loro ipotesi i ricercatori hanno sfruttato tecniche di brain imaging per studiare un gruppo di volontari mentre era impegnato in compiti di apprendimento associativo e di generalizzazione.
Nelle persone che generalizzano con successo, il cervello è costantemente impegnato a costruire collegamenti fra eventi separati, e a creare una memoria integrata degli episodi della vita.
Per quanto riguarda gli altri, il cervello può ricordare con precisione ciascun evento passato, ma non si verifica l’ integrazione, e così di fronte a una situazione nuova non sono in grado di applicare in modo flessibile ciò che hanno appreso in passato.
Quindi, dallo studio dei ricercatori emerge che non è sufficiente ricordare separatamente molti avvenimenti e situazioni del passato, ma sono necessarie ASSOCIAZIONI E COLLEGAMENTI TRA PASSATO E PRESENTE per meglio affrontare nuove situazioni.
Le persone che hanno una buona memoria ma che non sono in grado di associare e collegare gli avvenimenti della propria vita non sanno applicare l’ esperienza del passato per affrontare il presente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>