Tabagismo e fumo di sigaretta – I rischi per la salute

di Mariella 4

Tabagismo e fumo di sigaretta – I rischi per la salute
Fumare una sigaretta a settimana non fa bene ma non provoca neppure gravi danni; i rischi da tabagismo aumentano vertiginosamente se il consumo abituale è di oltre 6-10 sigarette al giorno.
Il fumo di pipa o di sigaro è meno dannoso se non è aspirato, ma è più dannoso del fumo da sigaretta se viene aspirato.
I fumatori rischiano l’ infarto cardiaco 4 volte di più di un non fumatore; il fumo infatti non danneggia solo i polmoni: a ogni boccata di sigaretta i vasi sanguigni si restringono, causando un aumento della pressione arteriosa e della frequenza cardiaca (la nicotina provoca tachicardia).
Inoltre, il monossido di carbonio assorbito col fumo riduce l’ apporto di ossigeno alle pareti interne delle arterie, favorendo i depositi arteriosclerotici con gravi conseguenze (infarto, angina pectoris, ictus cerebrale, occlusione di arterie delle gambe) e aumentando la possibilità di trombosi.
Chi smette di fumare riduce di 1/5 il rischio di disturbi cardiocircolatori; dopo un anno senza sigarette i rischi si riducono ulteriormente e dopo 3-5 anni (a seconda del numero di sigarette fumete in precedenza) si azzerano del tutto.

Commenti (4)

  1. ho smesso da 9 mesi..sono contento di esserci riuscito e, leggere queste notizie non fa altro che far crescere in me la convizione che una sigaretta non la toccherò più!

  2. mi dafastidio vedere anche le ragazze fumare…..
    per il fatto che magari levedi tutte le truccate vestite alla moda un un bel tacco a spillo e poi si rovinano la salute fumando una sigaretta

  3. Fumare è bello, guardate il mitico Funari che era a conoscoscenza di tale…. e meglio fumà na sigaretta che fumà l’erbetta

  4. fumare è pericoloso x la nostra salute

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>