Bambini asmatici, allergie a polvere e polline e precauzioni da prendere per la vacanza

di Mariella Commenta

Bambini asmatici, allergie a polvere e polline e precauzioni da prendere per la vacanzaBambini asmatici, allergie a polvere e polline e precauzioni da prendere per la vacanza
Molti genitori di bambini asmatici al momento di programmare le vacanze hanno dubbi e preoccupazioni perché pensano che l’ asma costituisca un limite.
In realtà chi ha l’ asma può viaggiare e godere delle vacanze come tutti gli altri rispettando opportune precauzioni.
L’ asma è una malattia cronica che necessita di cure regolari e continue, indispensabili da seguire anche in vacanza, a volte durante questi periodi si tende a essere meno rigorosi nel rispettare le terapie prescritte e questo non deve accadere perché può portare ad un aggravamento o ad una ricaduta dell’ asma.

Se il bambino è allergico alla polvere, in albergo è meglio evitare camere con moquette, il suo luogo ideale di vacanza è la montagna al di sopra dei 1500 metri perché a questa altitudine non ci sono acari della polvere.
Se il bambino è allergico ai pollini occorre essere informati sui periodi di pollinazione della pianta a cui si è allergici nel luogo dove ci si reca per la vacanza.
Prima di partire è importante concordare con il medico un’ eventuale terapia di mantenimento e farsi prescrivere le medicine da assumere in caso di aggravamento dei sintomi.
Se ci si reca all’ estero è bene avere il nome del principio attivo delle medicine perché nei vari paesi i nomi commerciali dei farmaci sono diversi.
Con questi semplici accorgimenti il bambino asmatico potrà godersi le vacanze come un qualunque altro bambino.