Alimentazione e bellezza della pelle. Cibi per la pelle sottile e spenta.

di Mariella Commenta

 Come mangi ? Te lo dice la bellezza della pelle. Se la pelle del viso è sottile e spenta, allora ha bisogno delle vitamine giuste e di un’ alimentazione più sana. Secondo la regola del beauty outside & beauty inside (cioè belle fuori e belle dentro come nella famosa pubblicità della Rocchetta!) l’ alimentazione incide sulla bellezza della pelle. Chi eccede con carboidrati e grassi cattivi ha un viso molto più segnato delle salutiste. Il segreto allora è curare la pelle con i cosmetici giusti e scegliere i cibi che aiutano ad avere la pelle sana. Ecco quali.
SE LA PELLE E’ SOTTILE con piccole rughe precoci mancano grassi e proteine nell’ alimentazione.
Quando la pelle è sottile, solcata precocemente da piccole rughe, può essere una spia di errori dietetici ripetuti. Se ad esempio si sta sempre a dieta, non si mangiano abbastanza proteine e si eliminano totalmente i grassi, la pelle diventa meno elastica perché vengono a mancare gli amminoacidi essenziali come la cistina e la liscina necessari per la produzione del collagene, la proteina che rende la pelle elastica. I grassi invece devono costituire il 25% delle calorie giornaliere: servono al film idrolipidico della pelle e alla produzione di diversi ormoni.
Come integrare l’ alimentazione
– non tralasciare i grassi buoni: quattro cucchiaini di olio d’ oliva al giorno fanno bene alla pelle
– portare a tavola le proteine: la regola è 1-1,2 g di proteine per ogni chilo di peso corporeo. Chi ad esempio pesa 60 kg ha bisogno di circa 60 grammi di proteine al giorno. Corrispondono a 2 etti di pesce o carne, oppure a un bicchiere di latte o a 30 grammi di grana. Chi è vegetariano può puntare sui piatti unici di cereali e legumi.

SE LA PELLE E’ SPENTA ci vogliono fibre e vitamina C nell’ alimentazione.
Un colorito opaco può dipendere da un accumulo di tossine nell’ organismo, la colpa può essere dell’ intestino pigro che impedisce di liberarsi con regolarità delle scorie, ma anche della fretta con cui si consumano i pasti: se si mastica poco non si attivano tutti gli enzimi necessari per la digestione e i residui non digeriti producono tossine. Un’ altra causa del colorito spento può essere una dieta poco equilibrata e povera di vegetali.
Cosa e come mangiare
– imparare a masticare bene: mangiare lentamente, impiegando almeno 30 minuti per finire il pasto che deve prevedere frutta e verdura
– limitare gli intingoli: privilegiare le pietanze semplici e concedersi fritti o pietanze ricche di condimento solo una o due volte la settimana quando si esce con gli amici
mangiare kiwi e pomodori: contro i radicali liberi prodotti da fumo e inquinamento assicurarsi ogni giorno almeno 80 mg di vitamina C. Bastano 2 kiwi, un pomodoro (oppure un piatto di rucola) o una coppa di fragole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>