Prodotti light per dimagrire: funzionano davvero?

di Mariella Commenta

 Non sei veramente a dieta, ma controlli quello che c’è nel tuo piatto. Formaggio, yogurt, Coca Cola, succhi di frutta, birra e tanti altri prodotti light dovrebbero essere di aiuto a chi ama mangiare bene ma che vuole restare a dieta o addirittura dimagrire.
Il consumo dei prodotti light, lanciati sul mercato negli anni ’80, è in continua crescita. Secondo le statistiche la vendita di prodotti light aumenta dell’8% all’anno, mentre per gli altri prodotti alimentari l’aumento è solo del 3%.
Ma poiché i prodotti light sono di moda, alcuni produttori cercano di pubblicizzare maggiormente i loro prodotti tradizionali aggiungendo la parola light, senza tuttavia ridurre il contenuto nutritivo o energetico. Abusare dei prodotti light non è la soluzione giusta per dimagrire o conservare la linea. Questi alimenti, il cui successo dipende da strategie marketing ben studiate, hanno effetti perversi:
Sono calorici. La scritta ” senza zucchero ” non significa che quei prodotti siano poco energetici. Infatti il fruttosio (zucchero naturale della frutta) usato come dolcificante al posto dello zucchero classico fornisce tante calorie quante quest’ultimo (4 kcal/g);
non saziano. Gli alimenti light non sono saporiti come gli altri. Risultato: o si è tentati di mangiarne di più o si mangia di più nel pasto successivo.

La riduzione di calorie nei prodotti light può avvenire, a seconda del prodotto, in due modi:
– RIDOTTO CONTENUTO DI ZUCCHERI: lo zucchero viene sostituito da dolcificanti privi quasi completamente di calorie (aspartame, saccarina, ciclamato).
Dubbi:
• è possibile che vengano superati i valori limite fissati dalla legge per i dolcificanti
le abitudini alimentari non vengono modificate e quindi non si ha una riduzione di peso duratura
• il desiderio di dolci probabilmente non si placa
• è possibile che ci si abitui al gusto dolce
è possibile che si mangino porzioni più grandi giustificando la cosa con il ridotto contenuto calorico

– RIDOTTO CONTENUTO DI GRASSI: per diminuire il contenuto di grassi si utilizzano miscugli a maggior contenuto di acqua anziché grasso (ad es. margarina semigrassa costituita per il 40-60% da grasso vegetale e per il 60-40% da acqua) o surrogati del grasso.
Dubbi:
la sensazione di sazietà non dura tuttavia a lungo e così aumenta il rischio di divorare una razione doppia di prodotti light, cosa che rende impossibile una durevole riduzione di peso.
• I prodotti light ottenuti con diluizioni a base di acqua contengono spesso più additivi del prodotto normale non modificato.

VALUTAZIONE DEI PRODOTTI LIGHT
• Il consumo di prodotti light non garantisce una diminuzione di peso di lunga durata, perché non si giunge solitamente a migliorare le abitudini alimentari individuali.
• I prodotti light inducono al consumo di porzioni più grandi: credendo di non assumere quasi energia (calorie), si mangia e si beve di più e pertanto non si risparmiano affatto energie.
• I prodotti light di norma subiscono forti processi di trasformazione: per ottenere un prodotto dal gusto accettabile e che duri nel tempo sono necessari molti additivi e molta energia. In questo modo vanno perdute importanti componenti come le vitamine, pregiati acidi grassi, aromi e sapori ecc.
• Un errato comportamento alimentare può venir consolidato dal consumo di prodotti light
• Non tutti i prodotti riportanti la definizione light contengono veramente qualcosa di leggero: un formaggio light non scremato o una crema al cioccolato light sono sempre delle bombe di calorie.

Nell’ambito di una dieta, i prodotti light possono essere d’aiuto, a condizione di saperli usare correttamente: per chi è veramente in sovrappeso, i prodotti light light sono utili a condizione di non consumarli sistematicamente e soprattutto di non approfittare per raddoppiare le dosi.

COSA FARE PER UNA DIETA CORRETTA:
Le abitudini del proprio gusto possono essere modificate: evitate lo zucchero e i dolcificanti. Se volete assolutamente qualcosa di dolce, utilizzate ad es. miele, concentrato di mele, sciroppo di acero, maltosio. Attenzione però, perché anche questi sono ad alto contenuto calorico.
Consumate alimenti con pochi grassi (ad es. formaggio di malga, formaggio a fette con il 30% di grasso, corned beef o salsicce di pollo).
Mangiate frutta, verdura e prodotti integrali a volontà.
Consumate ogni giorno tanti piccoli pasti. Mangiate lentamente e masticate bene.
Comprate prodotti di stagione, preferite prodotti di produzione biologica locale.
Fate tanto movimento.
Non dimenticate i prodotti ” normali ” ! Esistono molti prodotti non light poco energetici e saportiti. Gli yogurt o il latte possono essere consumati nella versione classica e non light: la differenza energetica è minima e sono molto più buoni. D’altronde, al posto di uno yogurt con 0% di grassi si può mangiare uno yogurt bianco con un cucchiaino di marmellata o di miele… e imparare ad apprezzare gli alimenti senza zucchero né edulcorante!

A cura di Manuela Torregiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>