Prevenzione dell’invecchiamento cutaneo

di Mariella Commenta

Prevenzione dell’invecchiamento cutaneoPer una corretta prevenzione dell’invecchiamento cutaneo bisogna ricorrere a cosmetici plurifunzionali, in grado cioè di sviluppare più funzioni, tanto più profonde quanto maggiore è il livello di invecchiamento raggiunto.
Le creme da giornosono prevalentemente emulsioni di tipo olio in acqua, cioè a fase continua acquosa: leggere, facilmente spalmabili, di rapido assorbimento, a pH fisiologico fra 5 e 6.
Molto efficaci si sono dimostrati gli sfingolipidi o ceramidi in grado di formare un film permeabile e idratante sulla superficie cutanea.
Accanto alle molecole idratanti tradizionali, si stanno inoltre dimostrando efficaci e molto gradevoli le nuove emulsioni contenenti polimeri siliconici. Esse favoriscono la spalmabilità e la diffusibilità e, al tempo stesso, riducono la perdita di acqua transcutanea. Secondo la terminologia ufficiale cosmetica “INCI name” prendono il nome di: Dimethiconi, Cyclomethiconi ed altri numerosissimi composti a base siliconica di recente immissione sul mercato.

Vitamine idrosolubili (Pantenolo, C, H) e liposolubili (A, E, EFA) sono i complementi funzionali più diffusi, ai quali bisogna associare: olii vegetali, esteri e alcooli di sintesi o di derivazione naturale, per assicurare emollienza e protezione.
Si consigliano anche i classici ” oli della bellezza “ la cui efficacia è legata ad un elevato contenuto in principi funzionali vitaminici, fitosteroli, EFA (Essential Fatty Acids), acidi gamma e omega linolenici, particolarmente indicati nel trattamento delle pelli senescenti.

A cura di Manuela Torregiani