Lipolaser: l’evoluzione della Liposuzione

di Mariella 3

 Si chiama Lipolaser, è uno strumento prodotto da un’azienda italiana e secondo gli esperti tra due o tre anni potrebbe permettere di sostituire i tradizionali interventi chirurgici di liposuzione per eliminare il grasso in eccesso. La nuova tecnica di modellamento corporeo, che non è né invasiva né cruenta, è stata presentata al congresso della Società internazionale di Chirurgia dermatologicada Marco Gasparotti, docente di chirurgia plastica nelle Università di Siena e Padova e direttore scientifico di Villa Borghese Institute, e da Bruce Katz, dermatologo dello Skin Laser Center di New York. UN INTERVENTO SENZA BISTURI: il Lipolaser è stato approvato negli Usa dalla Fda (Food and Drug Administration), e consente di eliminare in maniera definitiva accumuli localizzati di adipe e di cellulite senza intervento chirurgico.

Si tratta di ago spesso un millimetro che contiene una fibra laser: una volta inserito sotto la pelle, rompe le membrane cellulari delle cellule di grasso. L’olio che viene liberato viene poi metabolizzato dal fegato.
Un intervento ambulatoriale senza bisturi, chiamato «Smart lipo», la cui durata va tra gli otto minuti (ad esempio per il doppio mento) e la mezz’ora a seconda delle zone trattate, e che permette risultati fino ad oggi conseguibili solo con la liposcultura chirurgica. Gli effetti, assicura Gasparotti, sono visibili a due mesi, e la pelle si ritrae normalmente. Dalla sperimentazione, portata avanti in Italia e negli Usa, non emergono rischi, non si registra alcun aumento né del colesterolo né dei trigliceridi.

Gasparotti è cauto: “Il Lipolaser non è ancora una rivoluzione, ma è certamente un’evoluzione che tra due o tre anni potrebbe risolvere il 50-60 per cento dei casi finora affrontabili solo con la liposuzione. Con in più il vantaggio di tempo e di tipo economico di evitare di sottoporsi a un intervento chirurgico cruento: una facilità d’impiego che potrebbe in un futuro consentire l’uso di questa tecnica innovativa anche per la cura dell’obesità infantile e adolescenziale”.

Link consigliato: www.esteticalive.it

Fonte: Osservatorio Nazionale sulla salute della donna

Commenti (3)

  1. Se non ho capito male questo tipo di tecnica in Italia non è ancora disponibile. Contrariamente mi interesserebbe avere ulteriori informazioni circa la riduzione di grassi localizzati soprattutto nella pancia (ho avuto 2 gravidanze in poco tempo e non riesco a rimodellarmi, mi è rimasto l’addome e la pancia come una donna in gravidanza).
    Grazie mille per l’aiuto.

  2. Ciao Daniela,
    per tutte le novità in campo di chirurgia estetica è sempre bene consultare uno specialista.
    Ti consiglio quindi di contattare il Dottor Marco Gasparotti che è citato nell’ articolo.
    Trovi i suoi riferimenti a questo link:
    http://www.villaborgheseinstitute.it/

    Spero che qualche navigatore sappia darti anche altri riferimenti.

  3. buonasera,volevo sapere il costo di una visita e dell’operazione per una liposcultura,e i tempi d’attesa.grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>