Alimentazione e sport: la dieta per chi gioca a calcetto

di Mariella Commenta

Alimentazione e sport: la dieta per chi gioca a calcettoAlimentazione e sport: la dieta per chi gioca a calcetto

Il combustibile ideale per il lavoro muscolare aerobico-anaerobico alternato come il calcetto è rappresentato dai carboidrati.
E’ quindi utile un pasto di ricarica ricco di carboidrati dopo allenamenti di lunga durata in modo da favorire il ripristino delle riserve di glicogeno a livello muscolare.
Anche le proteine sono importanti per mantenere una massa muscolare adeguata agli sforzi richiesti; sono consigliabili le carni rosse o bianche e il pesce cucinati in modo semplice.
I cali improvvisi si zuccheri durante o dopo la partita di calcetto possono essere evitati facendo uso di integratori a base di zuccheri di pronto impiego (maltodestrine).
Se il calo di energia è dovuto alla intensa sudorazione, è utile assumere integratori salini ipotonici sia durante sia dopo la partita di calcetto.

IL CALCETTO PER DIMAGRIRE: ALLENAMENTO E DIETA
Per dimagrire invece, è utile fare un buon riscaldamento prima di iniziare a giocare a calcetto (per esempio 20 minuti di corsa lenta e continua) e un defatigamento alla fine della partita (per esempio 10 minuti di corsa lentissima).
La corsa lenta favorisce infatti l’ uso dei grassi a scopo energetico. La dieta per dimagrire deve fondarsi soprattutto su frutta, verdura, carni bianche, pesce e succhi di frutta.

(Fonte: Enrico Mariani, specialista in Medicina dello Sport e in Scienza dell’ Alimentazione, ex maratoneta e medico sociale della AC Pro Sesto Calcio)