Le personalità adatte a lavorare con i bambini

di Redazione Commenta

Spread the love

Lavorare con i bambini è il sogno di moltissime persone, ma non tutti sono portati per una professione a stretto contatto con i più piccoli. Infatti, si tratta di un mestiere molto più complesso di quello che può sembrare e necessita di una personalità particolare per svolgerlo al meglio. I corsi per lavorare nel mondo dei bambini sono diversi, così come sono molteplici gli ambiti in cui si può operare: dalla scuola ai centri estivi, dalle ludoteche ai centri specializzati.

Alcune cose si possono certamente imparare, ma non bisogna mai dimenticare che, al di là delle competenze vere e proprie, per lavorare con i più piccoli occorrono anche delle doti personali, una predisposizione innata che non si può apprendere. Ti stai chiedendo se effettivamente sei portato per una professione che ti avvicini al mondo dei bambini? Allora continua a leggere: oggi vedremo proprio quali caratteristiche bisogna avere per svolgere al meglio un lavoro di questo tipo.

Personalità giocosa e intraprendente

Innanzitutto, in quasi tutti i lavori con i bambini è necessario essere in grado d’intrattenere i più piccoli e quindi proporre giochi entusiasmanti, raccontare storie interessanti e catturare in generale la loro attenzione. Non tutti hanno una predisposizione innata in questo senso. Infatti, ci sono persone che lasciate da sole con un bambino vanno nel panico, proprio perché non sanno come tenerlo occupato e gestirlo. Pertanto, si tratta di una caratteristica importante e per conquistare davvero i più piccoli bisogna essere intraprendenti e giocosi, avere sempre un piano B e un’attività da proporre a ogni occasione.

Personalità paziente

La pazienza è un’altra delle doti necessarie per lavorare con i bambini, che spesso sanno essere davvero irrequieti e instancabili, ma oltre a questo hanno i loro tempi, che devono essere rispettati. Una persona poco paziente rischia di perdere le staffe e di reagire nel modo sbagliato, e quando si lavora con i bambini non ce lo si può permettere.

Attenzione e concentrazione

Lavorare con i bambini significa anche avere delle grandi responsabilità, soprattutto quando sono molto piccoli. Non ci si può permettere di perderli di vista nemmeno per un secondo, in quanto rischiano di farsi del male. Ecco perché le persone eccessivamente distratte non sono fatte per questo genere di lavoro, che richiede una grande capacità di mantenere alta l’attenzione.

Personalità empatica

L’empatia è fondamentale a contatto con i bambini, ovvero la capacità di mettersi nei loro panni e di comprenderne i bisogni. Anche in tal caso, è soprattutto con i più piccoli che non può mancare questa capacità, perché non sono in grado di esprimersi al meglio e occorre riuscire a interpretare le loro necessità e desideri. Anche con i bambini più grandi tuttavia l’empatia è importante, perché consente di comunicare al meglio e di porsi sul loro stesso piano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>