Lo smog rallenta il cervello dei bambini

di Ma.Ma. Commenta

Lo smog rallenta il cervello dei bambini: a sostenere questa tesi sono gli scienziati del Centre for Research in Environmental Epidemiology di Barcellona, in uno studio pubblicato sulla rivista ‘Epidemiology’ nella quale si punta il dito contro l’inquinamento e i suoi deleteri effetti sui piccoli.

I piccoli esposti allo smog emesso dal traffico stradale durante il tragitto verso la scuola farebbero più fatica a seguire le lezioni in aula, ma non solo. Incontrerebbero maggiori difficoltà a rispondere alle domande degli insegnanti e, in generale, accuserebbero problemi e difficoltà di concentrazione. Non è questo il primo studio che sottolinea gli effetti negativi dello smog sul cervello dei piccoli ma certamente la ricerca spagnola altro non è che una conferma di quello che già si sapeva.

 ARRIVANO LE APP CONTRO L’INQUINAMENTO

Respirare aria inquinata fa male, rallenta il cervello e le sue capacità cognitive. Secondo una ricerca dell’Università di Torino l’inquinamento sarebbe responsabile persino di mutazioni genetiche e alterazioni del DNA che si ripercuoterebbero in modo inevitabile sullo stato di salute dei piccoli. Lo studio spagnolo ha preso come riferimento un campione di 2.600 alunni tra i 7 e i 10 anni, sottoposto a dei test di valutazione delle capacità di stare attenti in classe e confrontando i risultati con le oscillazioni nella qualità dell’aria.

 QUALI SONO LE PIANTE CHE COMBATTONO L’INQUINAMENTO IN MODO EFFICACE?

I risultati sono stati netti e chiari: quando i fumi nocivi del traffico erano al massimo, si è verificata una riduzione della capacità di concentrazione su compiti di problem-solving.

Photo | Pixabay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>