La fondamentale scelta di un buon antistaminico

di Gianni Puglisi Commenta

Se fate uso abituale di antistaminici, forse non sapete esattamente cosa state assumendo. È molto importante infatti informarsi prima di ingerire medicinali e per questo vi consigliamo di leggere l’articolo sugli antistaminici firmato Sapere Salute: occorre infatti capire perché utilizzarli e quali possono essere i possibili effetti collaterali e a che cosa state andando incontro.

Di fatto, gli antistaminici hanno generalmente nomi molto difficili da ricordare, come la loratadina o la xilometazolina, ma sono davvero comuni, e decisamente molto utilizzati. Gli antistaminici costituiscono un vero e proprio punto di riferimento per tutti coloro che, purtroppo, si trovano a dover combattere contro le fastidiose allergie stagionali, che causano difficoltà di respirazione, lacrime agli occhi, starnuti o bloccando il sistema immunitario della persona.

Le reazioni allergiche sono in grado di bloccare ogni persona e rendergli la vita pressoché impossibile. Ecco perché, in alcuni casi, l’uso degli antistaminici risulta la principale soluzione per combattere gli allergeni e continuare ad avere una vita normale, andando al lavoro, uscendo all’aperto e passando momenti con le persone che ci circondano. In particolare, le allergie ai pollini sembrano non avere mai fine, poiché i sintomi tendono a manifestarsi ogni volta che magari ci si avvicina in un’area ove sono presenti le piante incriminate.

Le cause più evidenti dei fenomeni allergiche sono da ricercarsi nella predisposizione genetica alle allergie nel mondo moderno, la cosiddetta atopia, causata da fenomeni come l’inquinamento atmosferico e il miglioramento dell’igiene, che ha causato, nel tempo, l’abbassamento di alcune classi di anticorpi nel sistema immunitario.

Obiettivo principale degli antistaminici, quello di prevenire i fenomeni e i sintomi allergici, che generalmente coinvolgono pelle, naso bocca, occhi, apparato respiratorio e digerente.

Ricordiamo sempre che gli antistaminici sono di fatto dei veri farmaci, le cui molecole prevengono e contrastano gli effetti dell’istamina e può agire in varie aree corporali, prevendo sintomi respiratori, oculari o cutanei: dunque, è sempre necessario consultare un medico o uno specialista allergologo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>