Le centrifughe considerate regine della merenda estiva

di Pina Commenta

Quale migliore merenda in estate, quando la colonnina di mercurio sale e la sudorazione è in aumento? Le centrifughe, secondo gli esperti di alimentazione, oltre ad essere buone sono anche indicate per chi se ne vuole stare al riparo da mancamenti e perdite di sali minerali. 

Anna D’Eugenio, medico nutrizionista promuove a pieni voti la moda delle centrifughe in una lunga intervista rilasciata all’Adnkronos Salute. Ecco le sue indicazioni per quanti vogliono sorbire una bevanda naturale e salutare a base di frutta, verdura e ortaggi.

“E’ un tipo di ‘merenda’ adatto praticamente a tutti” ma, avverte D’Eugenio, “qualche accortezza è necessaria per le persone che hanno patologie gastriche, a cui è sconsigliato assumere solo liquidi. In questi casi si possono bere questi succhi a colazione, accompagnati da pane e olio, oppure, se si preferisce, pane e marmellata o ancora fette biscottate. Insomma alimenti secchi e non troppo zuccherini”.

Un pò di attenzione agli ingredienti per chi ha problemi glicemici: “Meglio associare due verdure e un solo frutto, percontrollare il contenuto di zucchero. Si può usare la mela oppure kiwi o ancora la pesca da centrifugare insieme, per esempio, a cavolo cappuccio e zucchina oppure carota e zucchina o ancora cavolo cappuccio e carota”. Per chi invece ha problemi di colite o diverticoli “l’estratto o la centrifuga sono ideali perché, eliminando le fibre che favoriscono l’infiammazione, consentono di assumere senza controindicazioni vitamine, sali minerali ed enzimi”.

Per preparare il proprio succo ideale quindi, le regole sono poche. Bisogna evitare gli estratti di sola frutta che sono troppo zuccherini, associare alla frutta qualche ortaggio e poi usare degli ingredienti jolly dissetanti, per esempio il limone o lo zenzero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>